to top

Trend Fall-Winter 2013-2014


Succede ogni anno: arriva l’autunno, i primi freddi, un giorno apri l’armadio per prendere una giacca e all’improvviso, colta da folgorazione modaiola, osservando la distesa di vestiti nel tuo guardaroba, ti poni la fatidica domanda “ma queste cose andranno ancora di moda?!?” In questo post vedremo quali sono i pezzi forti su cui puntare in questo autunno-inverno 2013-2014, presi direttamente dalle sfilate di New York, Londra, Milano e Parigi. Poi starà a voi decidere cosa tenere del vostro guardaroba, cosa mettere da parte in attesa che torni“in” e cosa riciclare con un pò di fantasia!

Innanzitutto via libera ai contrasti forti: di stili, volumi, epoche, materiali e colori. Gli abiti da “diva anni ’40”, con gonne a ruota e linea ad “A”, si troveranno a gareggiare con look androgini ispirati al mondo maschile, fatto di cappelli, cravattine e bretelle. Ma lo stile retrò verrà bilanciato anche da mood futuristici alla Andrè Courrèges, con maglie di lana second skin, mini e coat anni ’60.Rimane anche la cosiddetta forma ad uovo con spalle grandi e rotonde. Un po’ come negli anni ’80 ma più moderne e strutturate.Contrasti anche nei tessuti: quelli tipicamente femminili come seta e chiffon si contenderanno la scena con materiali tipicamente maschili come flanella e tweed.

Passando ai colori: abbandonato il color blocking, grande ritorno del nero protagonista della tavolozza di stagione, in versione optical e non, un evergreen. Seguito a ruota dal blu cobalto reinterpretato secondo le moderne tecnologie 3d, trasformato in colore elettrico e quasi digitale. Mescolato con un tocco di nero sarà uno dei protagonisti di questa stagione. Per le romantiche non mancherà il rosa: tenue, cipria, fatato, nostalgico e retrò; ma ci sarà spazio anche per tocchi di giallo e arancio, da abbinare rigorosamente a capi più sobri, possibilmente in nero.Gran ritorno anche del tartan, ma non più nella versione classica del gonnellino scozzese, bensì protagonista di veri e propri total look, compresi gli accessori.

Per i capi spalla c’è l’imbarazzo della scelta: cappottini couture, pelliccie o romantiche cappe. La pelliccia (meglio se eco) rimane protagonista incontrastata anche come dettaglio glam in guanti e colli.

E infine le calzature:  tengono ancora banco i famosi cuissardes (gli stivali lunghi sopra al ginocchio), ma guadagnano terreno le scarpe maschili, dalla flat alla classica derby stringata, senza dimenticare tocchi grunge come quelli delle scarpe firmate Miu Miu con maxi suola e dettagli in argento.

 

               Immagine  

               Immagine


Rispondi

BlondyWitch by Claudia Giordano - Moda e Tips di Fashion Marketing | © Copyright 2017 |
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: