Ho sempre avuto una specie di rapporto d’ amore/odio con i pois, ma non ho mai capito il perché. Poi mi sono ricordata che una volta, da piccola, in occasione del carnevale, mi ero vestita da Minnie. Sì, la fidanzata di Topolino. Ma senza Topolino ovviamente. All’epoca non era un problema essere “zitella” e infatti ricordo che la cosa che mi aveva lasciata maggiormente perplessa quando mia madre aveva avuto la brillante idea, non era il fatto di violare la “sacralità” della coppia disneyana e non era neanche il cerchietto con le orecchie finte. Era proprio quel vestito a pois con tanto di bretelle ad infastidirmi. Poi sono cresciuta e questo episodio sarebbe caduto nell’oblio della mia mente se la moda – e la mia amica Marianna – non l’avessero riportato a galla. Per un pò, lo ammetto, ho ignorato la questione. Ma poi mi sono resa conto che sfogliando siti e riviste, loro, i pois, erano dappertutto: sui vestiti, sulle borse, sui capispalla, sulle scarpe.Un’esplosione di pallini di ogni misura e dimensione campeggiava in bella vista un pò ovunque. E allora mi sono detta: “Cla, basta con il trauma di Minnie, vai avanti!”. E così ho scoperto con grande sollievo che dalle passerelle dei più grandi stilisti ai brand più giovani e trendy, c’era una vastissima scelta di capi ed accessori a pois da indossare senza per forza assomigliare a Minnie. Guardate voi stesse! Dalle proposte di (da sinistra): Oscar de la Renta, SportMax e Miu Miu

Immagine

Burberry Prorsum, Christian Dior e SportMax

Immagine

Uma Wang, Emanuel Ungaro e Jill Stuart

Immagine

Moschino e Dolce&Gabbana

Immagine

Ai pois della passerella di SportMax

Immagine

E ai capi firmati Marni

Immagine

Immagine

Pois anche per gli abitini, le bluse e gli altri capi firmati (da sinistra): H&M, Liu Jo e Twin Set by Simona Barbieri

Immagine

H&M, Liu Jo e H&M

Immagine

Ma anche su bluse, felpe, gonne…

Immagine

Immagine e anche su pantaloni e shorts (da sinistra) Pinko, Zara e Philip Lim

Immagine

E perfino in versione little black dress!

Immagine Immancabili le borse

Immagine le scarpe

Immagine e accessori vari

Immagine Certo anche qui vale la regola del buon gusto: pallini sì, ma senza esagerare. E senza mischiare troppo colori e stampe che è una cosa molto divertente, ma non facilissima da fare. Sempre meglio abbinare qualcosa a pois con pezzi basic o color block. Io penso che intanto inizierò la mia cura dei pois con qualche accessorio….E voi che dite, ce la farò? 🙂

To translate the post, click your flag: 


17 thoughts on “Trend Alert: Pois mon amour

  1. amica cara, io invece i pois li trovo molto chic, avevo visto per negozi che sono tornati di gran moda e non mi dispiacciono…concordo col tuo consiglio pallini sì ma senza esagerare! grazie come al solito dei tuoi consigli! baci
    Simi

  2. ahahah anche io avevo un vestito di minnie, ma per fortuna non sono mai stata traumatizzata 😀 I pois li preferisco se non sono esageratamente eccentrici, credo, comunque, che sarà l’ultima stagione in cui vedremo i famosi pallini anni ’50.
    susy

    1. Grazie Susy di aver condiviso il tuo ricordo su Minnie…mi fai sentire in buona compagnia 🙂 Vedremo questi pallini che fine faranno dopo questa stagione.

      Magari finiranno nell’armadio per un po’ per tornare poi tra qualche anno…;-) un abbraccio

  3. Ammetto che non mi sono mai piaciuti. E non sei l’unica ad avere un trauma legato ai pois: io li ho sempre associati hai vestiti delle mie vecchie zie e al solo pensiero rabbrividisco!!! 😀
    Però i capi che hai selezionato sono molto attuali e alcuni addirittura mi piacciono molto, ad iniziare da quello di Oscar de la Renta e di Liu Jo. Magari grazie al tuo bell’articolo anche i miei ricordi miglioreranno 😉

Rispondi