Proprio l’altro giorno parlavamo qui sul blog di borse, quali sono le più belle da acquistare e indossare per la primavera-estate 2015, le più cool e le più desiderate. Ma dicevamo anche che per noi donne due sono gli accessori fondamentali dei quali non potremmo mai fare a meno: borse appunto, e scarpe.
E se le borse sono un capriccio che ci togliamo almeno ad ogni cambio di stagione (a volte anche di vetrina), le scarpe lo sono anche di più. Alzino la mano quante di voi hanno nel ripostiglio almeno tre paia di scarpe che si assomigliano, comprate compulsivamente perché vi piaceva quel modello.
Perché noi donne siamo fatte così: quest’inverno vanno gli ankle boots? E vai di ankle boots con la suola a carrarmato, con il tacco alto, con la punta tonda, con la punta a punta, con la zeppa, con il fiocco, con i lacci, con i ponpon…E gli uomini (poveracci ma che ne sanno) lì a dire “Ma non sono sempre stivaletti tutti uguali?!” Che blasfemìa!
Le scarpe non sono mai tutte uguali, semplicemente perché noi donne non le compriamo mai con lo stesso spirito. Ergo, tutte le scarpe sono diverse tra loro, anche quando sembrano assomigliarsi. E vi dirò di più: noi donne quando acquistiamo delle scarpe nuove siamo peggio di Nostradamus: abbiamo già in mente tutto il loro futuro. Con cosa le metteremo, quando e perché. E’ così!

E quanto ce le coccoliamo, appena comprate, facendo attenzione a non rovinarle, a metterle bene bene riposte nella loro scatola, alcune ci parlano pure: “Ma che belle che sono le mie nuove pump, ragazze mi raccomando stasera fate le brave che devo andare a ballare, fatemi fare bella figura” come se le scarpe fossero dotate di un’anima propria. Chissà che un giorno a qualcuno non venga l’idea di inserire un chip stile Siri, con le scarpe che rispondono alle richieste e magari si lamentano pure, vi immaginate? “Ahi, ma sta un po’ attenta a dove metti i piedi!!!” dissero gli stivali sprofondati nella pozzanghera sotto casa…

Va bè, in attesa che inventino le scarpe parlanti, vediamo però quali sono le tendenze che arrivano direttamente dalle varie fashion week di Milano, Londra e New York. Ciascuna passerella infatti, ha messo letteralmente in campo degli shoes-style decisamente interessanti e tutti diversi tra loro. Vediamoli insieme per scoprire cosa indosseranno le nostre gentili estremità nella bella stagione.

#MILANO DO IT BETTER

Partiamo dalle scarpe viste durante la sfilata PE 2015 della Milano Fashion Week. Come sempre sulle passerelle milanesi vige il buongusto di brand e stilisti che puntano alla femminilità, alla texture, ai materiali pregiati e ai dettagli particolari.

Ad esempio: Costume National, Fendi ed Ermanno Scervino (da sinistra a destra) hanno proposto dei sandali con cinturini di vario tipo, dai più spessi a quelli multipli, anche mixando colori differenti o puntando su un solo colore, un brillante verde mela come in questo caso Scervino, o lasciando il classico total black.

milano cinturini

Molti anche i giochi di intrecci, montati in maniera più o meno complessa su fondi neri o beige, con dettagli glitter o meno, ma sempre affascinanti, come questi di Byblos, Philipp Plein ed Emporio Armani.

milano intrecci d'autore
A Milano non manca il colore della passione, ovvero il rosso, ma declinato in maniera differente. Ultraflat con applicazioni nere per Incontri, lucido e quasi dorato (come il tacco) per Moschino e classico con borchie a punta tono su tono per Philipp Plein.

milano red passion
Particolarissime invece le scarpe di Fay, Stella Jean e Iceberg.
Le prime mixano dettagli sporty e glam, mescolando tessuti e colori; Stella Jean propone invece dei decori floreali e po’ hippie sui sandali arancio per un risultato ultra vitaminico, mentre Iceberg punta tutto sulla forma di zeppa e tacco, con texture stampata, quasi da cartoon.

milano stili a confronto

Immancabili gli stivali per questa primavera 2015. Dai classici (ma non troppo) boots neri di Costume National ai peter pan lunghi di Moschino fino agli stivali a metà polpaccio patchwork con inedito tacco in legno chiaro, dal mood artigianale, di Prada.

milano stivali

Non mancano alcune calzature più particolari, come i sandali bassi golden di Blumarine e le stringate con ampi inserti in rete, di Missoni.

milano basse
Purtroppo non mancano neanche le ciabatte, seppur in versione couture, ma sono poche per fortuna. Dalle multicolor in argento con zeppa stratificata di Fendi agli zoccoli stile olandese con cinturino e tanto di calzini di Prada, fino alle terribili (ditelo insieme a me TERRIBILI) ciabatte nere con suola mezza intrecciata e mezza di gomma di Sportmax. Davvero inguardabili. Certo, avrebbero potuto essere peggio, magari abbinate ad un calzino blu, ma già così fanno abbastanza danno.

milano ciabatta

#LONDON CALLING

Passiamo alle calzature londinesi. Anche qui ritroviamo intrecci e giochi di listini più o meno sottili, come nelle proposte di (da sinistra) Berardi, Erdem e Topshop Unique.

londra intrecci

Ma anche zeppe multicolor e decorate, dall’effetto particolare sia per texture che per colore o stampa. Guardate queste di Marchesa con suola e tacco interamente ricoperti di pietre e quelle a righe nere e bianche di Sophia Webster.

londra particolari

Giochi di colore, texture e stampe con dettagli particolari anche per le scarpe viste sulla passerella di (da sinistra) House of Holland, Westwood e Williamson.

londra texture

Non manca un tocco di bianco con le proposte di Holly Fulton e MacDonald.

Londra white

Infine non mancano calzature basse come i sandali indossati (ahimè) con i calzini di Howell, i sandali neri di Jonathan Saunders e le stringate basse super lavorate di Sibling.

londra basse

#NEW YORK LOVES CIABATTE

A New York la tendenza che va per la maggior sembra essere quella della comodità. Ma comodità sembra non far rima con stile.

Non mancano sandali con dettagli mixati, anche nel mood, con una commistione di ispirazioni diverse, come ad esempio queste di (da sinistra) Von Furstemberg, Jason Wu e Miller.

new york mix e match

Né le stravaganze, come le calzature super colorate di Alexander Wang che sembrano fatte di intrecci di plastica di colori differenti, né i sandali che mixano pelle e sughero con fasce simili a quelle delle scarpe sportive di Suno. Bella anche l’idea dei sandali aperti e allacciati, che imitano gli stivali di Ohne Titel.

new york stravaganti

E che dire dei tacchi trasparenti che sembrano essere in plexiglass? Qui due originali idee di Calvin Klein (in nero) e Lhullier.

new york tacchi trasparenti

Comode zeppe poi per le proposte di Anna Sui, Thakoon e Victoria Beckham che mixano colori e tessuti, dalla stoffa al legno dalla pelle alla gomma e prendono ispirazione da mood differenti.

new york zeppe

Ma sono le ciabatte (e i loro simili) a farla da padrone sulle passerelle newyorchesi, sia in versione super colorata, perfette per passeggiare su una spiaggia di Malibù, come quelle di Clover Canyon (i primi due modelli da sinistra) e di DKNY

new york ciabatte1
sia in versione più basic, ma con lo stesso principio: fascia, suola comoda (e orrenda) e poco altro. Queste sono di Creatures, Derek Lam e Jacobs.

new york ciabatte 2

Di sicuro nella Grande Mela lo stile è frutto di commistioni differenti, ma di certo, in fatto di eleganza, non si può dire certo che siano imbattibili…
La vincitrice che si aggiudica però lo scettro della calzatura più assurda, sempre from NY Fashion Week, è quella proposta sulla passerella di Tommy Hilfiger ed è lei: un po’ Tony Manero, un po’ Las Vegas Style.

Hilfiger

Che dire, abbiamo visto insieme varie tendenze e tante scarpe differenti. Quali scegliere? Ai posteri l’ardua sentenza 😉

———————————————————————————————————————

SCARICA LA TUA GUIDA GRATUITA CON TUTTI I TREND PRIMAVERA-ESTATE 2015, BASTA INSERIRE NEL FORM QUI SOTTO LA TUA EMAIL 🙂


17 thoughts on “The Shoes Must Go On: tutte le scarpe PE 2015 dalle sfilate di Milano, Londra e New York

    1. Siiii w il colore d’estate Francy! Già tutto l’inverno ci subiamo il total black, d’estate c’è voglia di un pizzico di follia in più anche nello stile 😉 Bacioni!!!

    1. Grazie Marti! 😀 Certo, alcune cose della NFW lasciano moooolto a desiderare. Però la moda è come il mondo, è bella perchè varia…per fortuna 😉 Un abbraccio!

  1. e sciabattando sciabattando… ci avviamo verso l’estate 😀 che. tristezza!!! (Alcune però sono veramente da sbavo!)

  2. Ciao Claudia! Ho lretto con un po’ di ritardo questo tuo post sulle scarpe; mi piacciono tutte, anche le ciabatte. Ma ytra queste, la nota dolente, sono proprio quelle di Sportmax!!! Che orrore!!! 😮 Poi, sempre in fatto di ciabatte non mi piacciono DKNY e Clover Canyon: questo è proprio un genere che non mi piace… Buon pranzo e buon pomeriggio!

    1. Ciao Luca! 🙂 Tranquillo, anzi mi fa piacere che hai recuperato la lettura 🙂 Sì hai ragione, le ciabatte di Sportmax sono veramente le più tremende di tutti! Un abbraccio e buon weekend!

Rispondi