“Lasciate ogni speranza o voi ch’entrate”. Questo è quello che dovrebbero scrivere sui camerini di questi tempi, ovvero nel periodo cruciale pre-estate, in cui noi fanciulle, colte dal raptus dello shopping estivo, siamo solite gironzolare per vetrine e compiere più o meno sempre lo stesso gesto sconsiderato: entrare in negozio, arraffare shorts e minidress (le più temerarie anche costumi) in ordine sparso, caricarci come neanche uno sherpa in piena stagione turistica, spostare l’odiosa tendina del camerino ed entrare. Dopodichè, nell’80% dei casi, uscirne sconsolate ripiegando sulla maxigonna a fiori accompagnata dalla solita frase “vabbè tanto c’è tempo”. Questo perché, si sa, d’estate l’aumento della temperatura è direttamente proporzionale all’accorciarsi degli orli, all’aumento dei cm di pelle scoperta e al proliferare delle paranoie. E se la forma perfetta è ancora di là da venire e il colorito è ancora quello della mozzarella appena uscita dal frigo, non possiamo pretendere che “quegli shorts così carini che abbiamo visto in vetrina” ci stiano come sulla modella del catalogo! (ed è inutile prendersela con la commessa, fidatevi!).

Ma noi non demordiamo: vanno gli shorts? Vogliamo gli shorts!

Shorts sulle passerelle PE 2014. Da sinistra: Paul Smith, Michael Kors e Versace

Immagine

Ragazze, vi svelo un segreto che è anche un dato di fatto: gli shorts sono il capo meno democratico che sia mai stato inventato. Sono impietosi, non lasciano scampo a difetti. Se li abbiamo, si vedranno. Facciamocene una ragione. Ma questo non significa non poterli indossare, vuol dire solo indossare il modello giusto per mimetizzare i difetti e sentirci a nostro agio! Come? Tenendo presente, ad esempio, che gli shorts stampati in modo vistoso (anche a fiori e a righe) o con taschine sovrapposte, tendono a regalare qualche kg in più per effetto ottico, quindi meglio non indossarli se si lotta contro la bilancia.

Shorts Zara

Immagine

Immagine

Immagine

Stessa cosa per quelli troppo mini, magari stretch, perché disegnano le forme accentuandole. Questi modelli (anche quelli in pizzo, in tessuti glitter o total white) meglio lasciarli alle più giovani o a chi ha una silhuette snella.

Shorts H&M

Immagine

Immagine

Immagine

Meno difficili da portare invece quelli in jeans o nei toni del blu (tranne quelli proprio mini).

Shorts Tommy Hilfiger

Immagine

Immagine

e quelli in tessuti morbidi, con tagli sartoriali, anche stile bermuda, anche a vita alta. Meglio se in un unico colore come questi di Franklin Marshall o al massimo con stampe delicate.

Immagine

Shorts H&M

Immagine

Shorts Mango

Immagine Monocrome Infine tre modelli carini proposti da Sisley: bermuda chic, jeans e stampa etno-glam. Immagine

Con cosa indossare gli shorts versione 2014? Io li adoro con bluse morbide e romantiche e giacche classiche, per un tocco glam. Ma vanno bene anche con camicette e t-shirt, mentre con i crop tops sono carini, ma davvero difficili da indossare. E le calzature più adatte? Via libera a sandali alti, ma sobri per slanciare le gambe se si è piccoline, altrimenti sono concesse anche ballerine o infradito carine. Io non li amo particolarmente con le scarpe troppo sportive (a meno che non li indossate per andare a correre) ma è gusto personale, mentre invece cautela con le zeppe perché non slanciano le gambe.

Poi se siete delle gazzelle alte 2 metri potete permettervi tutto e arrivederci 😉

To translate the post, click your flag:  


17 thoughts on “SHORTS 2014: istruzioni per l’uso

  1. ottimi consigli cara Claudia….ma si vedono certi obbrobri per strada!!!!!!!!! secondo me si dovrebbe specificare che anche se di moda…..non sono obbligatori!!!!!!!! 🙂 baci!

      1. no ma ne ho, qualcuno lo metto anche perché per fortuna ho anche delle gambette magre, però è uno stile che può usare chi studia o chi ha tanto tempo libero, perché in ufficio in shorts, con i colleghi in giacca e cravatta, non vado… quindi finisco sempre per non sfruttarli, perché ho poche occasioni d’uso…

        1. Capisco perfettamente! Magari puoi sfruttarli per la sera in versione elegante, magari i modelli a vita alta e piu simili ai bermuda che non agli shorts veri e propri..e abbinati ad una bella giacca! Starai benissimo, se hai la fortuna di avere game magre, approfittane! ;)))

    1. Perfettamente d’accordo, per questo suggerito abbinamenti con capi eleganti e femminili ma sobri, calzature comprese…come sempre la virtù sta nel mezzo, buon gusto e un pizzico di stile ;))) un bacio!

Rispondi