Roma Fashion White 2016: grande successo per la decima edizione

 

Per chi lavora nella moda andare ad una sfilata è ormai diventata una bellissima consuetudine.

Eppure, non tutti sanno che le sfilate sono nate solo negli ultimi decenni dell’Ottocento, proprio in concomitanza dei grandi cambiamenti avvenuti nella produzione moda.

Con la sua nascita la sfilata è diventata fin da subito lo strumento di comunicazione più forte delle ultime novità create negli atelier parigini, anche se è solo durante la Belle Époque che la sfilata è diventata un evento spettacolare e di grande risonanza internazionale.

Da noi la prima vera sfilata fu quella organizzata da Giovanni Battista Giorgini nel 1951 a Firenze. Ed è lì, sulle passerelle della storica Sala Bianca, che ha avuto inizio il processo che ha portato Roma e Milano ad affermarsi come capitali dell’Alta Moda e del prêt-à-porter.

Se è vero che negli anni le sfilate si sono moltiplicate e si sono trasformate in veri e propri spettacoli organizzati in location esclusive e mozzafiato (o interamente costruite ad hoc, come accade spesso con le sfilate Chanel di Karl Lagerfeld) è altrettanto vero che le sfilate d’alta moda in chiesa non sono così comuni, anzi.

Per questo Roma Fashion White, l’evento organizzato dal fashion producer Antonio Falanga, già autore del celebre Premio Margutta- La via delle Arti, e da Grazia Marino della P&G Events, è un evento così speciale.

Grazia Marino e Antonio Falanga

Grazia Marino e Antonio Falanga

 

E lunedì sera ho finalmente potuto ammirare in una location d’eccezione come la Chiesa di San Paolo dentro le Mura, nel cuore della città eterna, quello che è stato uno spettacolo davvero emozionante e suggestivo.

Roma Fashion White

2-chiesa

2-1-chiesa

15037093_10209326327329551_4640997479274681814_n

Uno scatto pre-evento con la mia amica Emanuela Scanu del blog E.S Immagine.

15032151_1597350847239406_942753130645155510_n

Celebrare l’alta moda sposa in una Chiesa, con un corollario di musica e luci che hanno contribuito a rendere il tutto davvero speciale: cosa c’è di più bello?

Oltre a questo ci sono ovviamente i numeri che parlano da sè: RomaFashion White è ormai diventata una delle principali manifestazioni a livello nazionale dedicate al pianeta “Wedding”, con più di cinquanta fra stilisti e maison che hanno partecipato all’iniziativa e circa cinquecento creazioni d’Alta Moda Sposa e Sposo che hanno sfilato nell’esclusiva navata della Chiesa Episcopale di San Paolo dentro le Mura in questi ultimi 10 anni.

Traguardi importanti che coincidono tra l’altro con un aumento dei matrimoni, come emerso in una recente ricerca Istat.

L’evento, presentato magistralmente dalla giornalista Cinzia Malvini, ha visto diversi momenti, tutti importanti.

Innanzitutto i quadri moda che si sono alternati in un fruscio poetico di abiti bianchi lungo la navata della Chiesa: prima l’Atelier Curti, special guest della serata, poi via via le creazioni di Mauro Gala, Catene intrecci d’autore, Accademia Sitam Lecce e Gian Paolo Zuccarello.

Ad aprire l’avento i sontuosi e magici abiti realizzati da Giada Curti e dal suo Atelier, ormai una realtà più che consolidata nel panorama moda nazionale ed internazionale.

Le sue spose hanno sfilato, bellissime e sognanti, in un tripudio di pizzo e cristalli, perle e diademi, immerse in un’affascinante atmosfera bucolica in cui plissè, volants e gonne dal taglio romantico che accarezzano il corpo hanno rappresentato un inno al puro romanticismo, ma in un’ottica moderna ed attuale.

5-giada-curti

?

14963404_10209326303848964_5662497684194350982_n

14991855_10209326307649059_8179658624585647365_n

14993292_10209326857662809_7076179025162474157_n

15027739_10209326295648759_2567905392898574501_n

15094499_10209326887903565_5608189052027866920_n

4-giada-curti

 

La Maison Mauro Gala ha portato in passerella un inno all’armonia  tra personalità, corpo e abito. Abiti dalle silhouette romantiche e gioiose su modelli costruiti e di grande classe, sobrietà e raffinatezza, sempre impeccabili dal giorno alla sera. Preziosi i tessuti utilizzati, dallo chiffon al tulle, dal charmeuse alla georgette con tanti preziosi ricami, per una sposa da incanto.

?

8-mauro-gala

9-mauro-gala

15032643_10209326276648284_6848889903254412231_n

15094451_10209326264847989_6287494186636935574_n

15079012_10209326260327876_2810808698538010796_n

15027825_10209326259527856_7991289127089108911_n

 

L’Accademia di Moda Sitam di Lecce, coordinata dalla Direttrice Stefania Cardellicchio, ha presentato a Roma la Collezione 2016 costituita da abiti dedicati ad una donna moderna e raffinata nella sua semplicità. Una collezione che strizza l’occhio alla nuova tecnologia per una Moda Eco e biosostenibile, grazie alle applicazioni progettate in 3D e stampate in PLA, un polimero derivato del mais.

18-sitam-lecce

19-sitam-lecce

Tra le novità di questa edizione di RomaFashion White, il lancio di una capsule-collection ideato dalla designer Elena Mariottini e prodotto dal brand Aretino “Catene Intrecci d’Autore”. Una collezione luxury di sciarpe e cinture gioiello, realizzata mediante l’intreccio di sottilissimi fili e catene in argento di forme e dimensioni diverse. Trame preziose che impreziosiscono e vogliono rendere unica la “donna” anche nel giorno del fatidico sì.

16-catene-intrecci-dautore-2

15-catene-intrecci-dautore

La sfilata di gioielli del brand Catene è stata impreziosita da un momento di musica live davvero suggestivo a cura de La Semicroma, realtà di professionisti musicali ideata dal Maestro Antonio Nasca ed interpreti dei momenti live musicali della serata di cui vi lascio un video.

 

A seguire l’incanto degli abiti da sera e da sposa dello stilista Gian Paolo Zuccarello che ha portato in passerella  creazioni misteriose e bellissime, realizzate in tulle e ricche di trasparenze. Pregiati i tessuti utilizzati come pizzi, organza e lo chiffon più esclusivo, il tutto arricchito da scenografiche piume e splendenti cristalli che valorizzano la sua “Sposa” rendendola la più glamour della prossima primavera estate.

?

15078684_10209326249047594_7119730256851581430_n

15027461_10209326248367577_5169476859736882721_n

15037348_10209326244127471_4902966650039929056_n

15095666_10209326241607408_7264873230933242491_n

11-gian-paolo-zuccarello

13-gian-paolo-zuccarello

15073360_10209326239527356_3114888390610500712_n

10-gian-paolo-zuccarello

Stupende le modelle interpreti di queste creazioni, rese ancor più belle dal lavoro di due grandi professionisti come Sergio Valente, stylist di fama internazionale che insieme al suo staff ha realizzato le magnifiche acconciature, e dal bravissimo Raffaele Squillace, Art Director della Maison Jimont Cosmetic, punto di riferimento nel settore della moda e della cosmetica internazionale che si è occupato del make-up e ha anche ricevuto il meritatissimo premio per la Sezione “Make Up Artist”.

25-raffaele-squillace-antonio-nasca

Antonio Nasca e Raffaele Squillace

A ricevere il “Premio alla Carriera e alle Professioni Moda” sono stati anche:

  • per la Sezione “Editoria” Giovanna Roveda, Direttore Responsabile del Magazine Book Moda

20-giovanna-roveda

  • per la Sezione “Giornalismo” Gustavo Marco Cipolla, corrispondente del quotidiano Il Messaggero

21-marco-cipolla

  • per la Sezione “Moda in TV” Janet De Nardis e Eduardo Tasca, conduttori del Reality – Talent “Look Maker Academy L’officina della bellezza”
?

Falanga – De Nardis e Tasca

  • per la Sezione “Fashion Blogger” l’attrice Giada Desideri, ideatrice del fashion blog “CurvyJade”

23-giada-desideri

  • per la Sezione “Moda & Libri” Daniela Azzone, autrice del libro “Voglio essere una Top Model”
22-daniela-azzone-sergio-valente

Daniela Azzone e Sergio Valente

  • per la Sezione “Stampa Web” Fabio Carosi, responsabile della cronaca di Roma di Affaritaliani.it

La serata si è poi conclusa con un grande brindisi collettivo, proposto dal main partner dell’evento ovvero l’azienda vitivinicola Ciu’ Ciu’  – che ha presentato il vino spumante brut varietà Pecorino, ottenuto con il metodo Charmat, espressione della tecnica superiore che caratterizza l’Azienda da ormai quattro decenni – e una deliziosa torta dedicata al decennale della manifestazione realizzata da Rosemarie & Miki – Chic events, punto di riferimento nel mondo dell’organizzazione di eventi wedding e cerimonie a Roma.

26-gran-finale

Ovviamente grande merito va dato alla TechnoElite di Roma che ha curato il progetto di lighting-design nella navata della Chiesa e che ha ideato le bellissime scenografie luminose che hanno impreziosito l’evento, allo Studio Fotografico Catino per gli splendidi scatti ufficiali e a I Sentieri di Bacco di Beatrice Trebisacce, brand-scouting delle migliori aziende enogastronomiche e l’agenzia di Viaggio NewCo Agency.

Personalmente posso dire che il Roma Fashion White mi ha davvero colpito molto: non solo per la bellezza dell’evento in sè e per quella delle creazioni che hanno sfilato, ma anche per la grande professionalità e bravura che ancora una volta hanno dimostrato Antonio Falanga, Grazia Marino e tutto il loro staff nell’organizzare una cosa così bella.

Noi ci leggiamo al prossimo evento 😉

 

 

 

 

 

 

 


One thought on “Roma Fashion White 2016: Alta Moda, Made in Italy e tanta poesia

Rispondi