to top

Roberto Cavalli: il re dell’animalier compie gli anni!


Non vi dirò che è il più grande stilista di tutti i tempi, né che è un genio assoluto ed inarrivabile. Non vi dirò neanche che è uno dei miei preferiti in assoluto, anche se ammiro molto il suo stile, mi piace la sua spregiudicatezza e per certi versi lo trovo molto più portabile di tanti altri. Non vi dirò nessuna di queste cose, perché lo sapete che amo la moda e coloro che la creano e la rendono forma d’arte alla portata di (quasi) tutti, ma sono anche abbastanza sincera da dirvi che le mie icone in questo campo sono altre. E chi mi segue sa. Eppure Roberto Cavalli, che proprio lo scorso sabato 15 novembre ha compiuto la bellezza di 74 anni, entra a pieno diritto nella lista di coloro che hanno fatto la moda di questo Paese e l’hanno resa celebre nel resto del mondo. E questo nessuno può negarlo.

Roberto Cavalli

roberto

Allo stesso modo è forse uno degli stilisti in grado di spaccare un pò l’opinione pubblica di coloro che seguono il fashion system e che si dividono tra quelli che lo amano alla follia e quelli che invece snobbano un pò il suo stile sfacciato, seducente, a volte ai limiti del kitsch.
Eppure Cavalli è tra gli stilisti italiani che forse ha avuto più fiuto per gli affari, che ha saputo inventare stili e tendenze che prima non c’erano, che ha saputo creare un legame con il mondo della musica che gli è stato fondamentale per portare avanti il suo brand e fare carriera.
Ma andiamo con ordine.

Diciamo che Roberto non è propriamente estraneo al mondo dell’arte, la sua è una famiglia di artisti e suo nonno era addirittura una delle figure di spicco del Movimento dei Macchiaioli, arrivato ad esporre le sue opere anche nella Galleria degli Uffizi. Roberto stesso ha studiato arte, specializzandosi in un campo che poi gli tornerà molto utile e che diventerà uno dei suoi cavalli di battaglia, ovvero quello delle stampe tessili.
E’ suo anche il brevetto, nei primi anni Settanta, di un innovativo procedimento di stampa su pelle: è in quegli anni che Roberto Cavalli inizia a porre le basi per quello che sarà il suo stile inconfondibile, sperimentando innovativi patchwork di materiali e colori tali da richiamare l’attenzione di Pierre Cardin ed Hermès.
La prima collezione con il suo nome vede la luce nel 1970 a Parigi ma, sull’onda del successo generato, lo stilista tornerà subito in patria iniziando a sfilare nella famosa Sala Bianca di Palazzo Pitti e sulle passerelle milanesi.
Le sue collezioni iniziano ad animarsi di quelli che diventeranno i suoi punti di forza: jeans in denim stampato fatti di intarsi di pelle, broccati e stampe animalier, uno stile glamour che lo porterà rapidamente al successo a livello internazionale.
Dopo varie vicessitudini sentimentali e due matrimoni, di cui il secondo con Eva Maria Duringer che per lunghi anni è stata la sua compagna anche nel lavoro, Cavalli vede consolidarsi definitivamente il suo successo e la sua fama mondiale nella metà degli anni ’90 grazie al connubio riuscitissimo con il mondo della musica e i suoi protagonisti, da Michael Jackson a Lenny Kravitz, da Christina Aguilera a Beyoncè passando per Jennifer Lopez e Madonna, tutte star che spesso hanno indossato le sue creazioni durante concerti ed eventi. Per non parlare delle attrici, da Charlize Theron a Sharon Stone fino a Gwyneth Paltrow che hanno scelto abiti firmati Cavalli per i loro red carpet.

Alcune delle star che hanno scelto abiti firmati Roberto Cavalli. Da sinistra: Alicia Keys, Bar Rafaeli e Blake Lively

vip1

Beyoncè

Beyonce-Cavalli-M

Jennifer Lopez, Nicole Kidman e Taylor Swift

vip3

Madonna

The Cinema Society & Piaget Host A Screening Of "W.E." - Inside Arrivals

Victoria Beckham e Rita Ora

vip4
Oggi Roberto Cavalli, soprannominato “il re dell’animalier” per la sua passione verso questa stampa così particolare ed aggressiva pur rimanendo glamour, conta boutiques sparse in più di 36 paesi nel mondo compreso il Giappone, svariati brand di accessori, profumi e occhiali da sole, beachwear e orologi, oltre alla linea Just Cavalli, naturale complemento younger della prima linea.
Insomma, che vi piaccia o no, di sicuro a Roberto Cavalli va riconosciuto il merito di essere uno dei protagonisti del made in italy che, dopo più di 40 anni di carriera, ancora viaggia a pieno regime e crea collezioni che lasciano sempre e comunque il segno. Proprio come queste che vi mostro e che parlano per lui.

1

2

3

4

5

6

8

9

cavalli-zeppe-scultura-nere-metallo

11

12

13

roberto-cavalli-campagna-pubblicitaria-primav-L-5S9bsZ

A noi non rimane che dire: buon compleanno Roberto!

To translate the post, click your flag:

Vi è piaciuto questo post e volete rimanere sempre aggiornati sugli eventi e le altre fashion news? Seguitemi su FACEBOOK

  • Francesca Trucco

    Bellissime le foto che hai scelto x accompagnare questo tuo bel post! complimenti!!

    novembre 17, 2014 at 10:09 pm Rispondi
    • BlondyWitch

      Grazie mille Francesca, felice che ti siano piaciute. É stato difficile scegliere perché le collezioni e gli abiti Cavalli sono veramente tantissimi, con una carriera così lunga! Ma ho cercato di prendere alcuni tra i più rappresentativi 😉

      novembre 17, 2014 at 10:58 pm Rispondi
  • misseychelles

    C’è a chi piace e a chi no…a me piace…e come! Bacio

    novembre 18, 2014 at 4:35 pm Rispondi
    • BlondyWitch

      Anche a me alla fine, non è il mio idolo, ma mi piace un sacco dai 😉

      novembre 18, 2014 at 6:00 pm Rispondi
  • Adriana

    bellissimi abiti! sarebbe un sogno indossarne uno! 🙂
    http://visage.academy/

    novembre 18, 2014 at 6:28 pm Rispondi
    • BlondyWitch

      Assolutamente, come darti torto? 🙂 Un bacione <3

      novembre 18, 2014 at 6:29 pm Rispondi
  • mariaclaudiam

    è uno di quelli che ha un’immaginazione infinita! mi piace molto la sua linea swimwear! <3 bellissime le creazioni che hai scelto di postare qui!
    Mary
    http://instantmagic.wordpress.com

    novembre 18, 2014 at 7:14 pm Rispondi
    • BlondyWitch

      Grazie mille! Si nello swimwear é davvero il top…! 🙂

      novembre 18, 2014 at 10:01 pm Rispondi
  • emma york

    Bellissime le foto che hai postato! Mi piacciono molto i suoi vestiti e ne indosserei volentieri qualcuno ma con quei 4 o 5 mila euro mi ci devo rifare il naso quindi pazienza per ora 😉
    A proposito del suo compleanno, sono 74 o 274?! No perché i vestiti so’ belli ma lui è improponibile!
    Un bacione streghetta

    novembre 19, 2014 at 7:58 pm Rispondi
  • Francesca Trucco

    Ti ho appena nominata per l’Award BGBA, vedi qui https://makeupocchiverdi.wordpress.com/wp-admin/post.php?post=2786&action=edit&message=6&postpost=v2
    Spero ti faccia piacere 🙂
    Francesca

    novembre 20, 2014 at 9:13 am Rispondi
    • BlondyWitch

      Grazie mille Franci <3 Appena ho un minuto corro a vedere di che si tratta!!! :*

      novembre 20, 2014 at 5:04 pm Rispondi
  • missiiie

    Come sempre bellissimo articolo!
    io sono ancora indecisa se considerarlo pazzo o geniale..la linea è sottile quindi devo ben pensarci fatto sta che alcune sue creazioni le teletrasporterei nel mio armadio all’istante!hahaha

    baciii :*

    novembre 20, 2014 at 4:33 pm Rispondi

Rispondi

BlondyWitch by Claudia Giordano - Moda e Tips di Fashion Marketing | © Copyright 2017 |
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: