Premio Margutta – La Via delle Arti 2016: nel cuore di Roma tanti premi alle eccellenze del mondo della cultura, dell’arte e dello spettacolo.

 

La ricetta dell’evento perfetto?

Uno splendido sabato di sole di metà Ottobre; una location meravigliosa come la Coffee House di Palazzo Colonna, nel cuore di Roma e a due passi da Piazza Venezia; un’organizzazione entusiasta e impeccabile come quella di Antonio Falanga e Grazia Marino; tante eccellenze del nostro Paese e un presentatore allegro e preparato come Beppe Convertini.

La location

1-coffee-house

Questa è stata la ricetta perfetta che ha dato vita sabato 15 ottobre all’11° edizione del Premio Margutta – La Via delle Arti.

Un’edizione 2016 ricca di personalità del mondo della cultura, della moda, dell’arte e dello spettacolo che sono state accolte da Elena Parmegiani, direttrice eventi della Coffe House di Palazzo Colonna, in una location davvero mozzafiato, massima espressione della bellezza barocca nel cuore della Capitale.

In una sala che era un piccolo gioiello di architettura, Beppe Convertini, presentatore dell’evento che anche quest’anno ha visto la fondamentale collaborazione di ActionAid – organizzazione impegnata nella lotta contro la povertà e l’esclusione sociale –   ha accolto sul palco uno alla volta i protagonisti del Premio Margutta – La Via delle Arti 2016.

Beppe Convertini e ActionAid

premio margutta

La prima categoria ad essere stata premiata è stata quella della Solidarietà, nella persona dell’Avvocato Giulia Bongiorno, che ha parlato a lungo del suo impegno a sostegno delle donne vittime di violenza con la sua associazione Doppia Difesa Onlus che trova in Michelle Hunziker una delle sue colonne comunicative portanti.

L’Avv.Giulia Bongiorno con la Dott.ssa Elena Parmegiani

8-bongiorno

 

Dopo la Bongiorno è stata la volta della splendida attrice Valeria Solarino, premiata per la Sezione Cinema,

Valeria Solarino e Antonio Falanga

6-solarino-falanga

 

poi è salito sul palco il Maestro Gerardo Sacco a ritirare il premio per la Sezione Arte

Cinzia Malvini, Gerardo Sacco e Beppe Convertini

9-sacco

 

e subito dopo è stata la volta di un’emozionatissima Giada Curti.

La stilista, premiata per la Sezione Haute Couture e reduce dal successo ottenuto a Dubai con la sua collezione Giardino Segreto, ha parlato della passione che mette nel suo lavoro e dell’onore di venire premiata nello stesso giorno di grandi rappresentanti del Made in Italy quali Gerardo Sacco e Brunello Cucinelli.

Giada Curti con Tina Vannini

????????????????????????????????????

Il “Re del Cachemire”, come viene chiamato Cucinelli infatti, ha ricevuto il Premio Margutta – La Via delle Arti per la Sezione Moda.

Brunello Cucinelli con Grazia Marino

5-cucinelli

Successivamente sono stati premiati anche Roberto Alessi, direttore di Novella 2000 e Visto per la Sezione Giornalismo;

Roberto Alessi con Janet De Nardis

7-alessi

Giancarlo Presutti, capo della redazione sportiva dell’Ansa, per la Sezione Sport;

Giancarlo Presutti con Elisabetta Pellini

15-presutti

il Maestro Andrea Morricone per la Sezione Musica;

Andrea Morricone

13-morricone

i giornalisti Candida Morvillo e Bruno Vespa per la Sezione Letteratura per il successo del loro libro “La Signora dei Segreti”

Da sinistra: Eduardo Tasca, Candida Morvillo, Bruno Vespa e Beppe Convertini

11-morvillo-vespa

Candida Morvillo e Bruno Vespa con Antonio Falanga

????????????????????????????????????

e la splendida Cristina Chiabotto per la Sezione Tv.

12-chiabotto

A Cristina ovviamente non potevamo non rubare un selfie, anche se la sua altezza che si aggira sui 2 metri circa (con tutti i tacchi) ha reso l’operazione piuttosto esilarante 🙂

14590237_10209046199246524_3474678273994482159_n

 

A loro è andata la splendida scultura realizzata per l’occasione dalla Jewelry Designer Gaia Caramazza, la cui ispirazione è nata dalla Fontana degli Artisti di Via Margutta e dal logo dell’evento, realizzata con materiali quali ottone dorato, lastra di agata e base in travertino.

La scultura di Gaia Caramazza

2-premio-margutta

La scultura tra le mani della bellissima Andreea Duma

14-scultura

 

Devo dire che una delle cose che mi ha colpito di più del momento delle premiazioni sono stati gli speech fatti da alcuni dei protagonisti saliti sul palco del Premio Margutta – La Via delle Arti.

Al di là del racconto del loro rapporto con la storica Via Margutta, da sempre mitologicamente associata all’arte e agli artisti più importanti del panorama italiano, è stato il loro discorso appassionato a sostegno della dignità e della bellezza del nostro Paese a farmi appassionare a quanto stavano raccontando.

Sentire storie come quelle di grandi esponenti del Made in Italy come Brunello Cucinelli e Gerardo Sacco, ascoltare la stima che hanno di questo Paese e della sua forza lavoro, ma soprattutto sentirli esprimere profondo rispetto per la bellezze di questo Paese e per il suo valore artistico che loro hanno voluto fortemente mantenere qui, sul nostro territorio, senza fuggire all’estero in cerca di fortuna, mi ha emozionata.

E’ sempre bello ascoltare le storie di chi ce l’ha fatta senza mollare e investendo su un territorio difficile come quello italiano, e ancora di più in regioni particolari come la Calabria, come ha fatto il Maestro Sacco.

Non è mancato poi il momento delle targhe speciali conferite ad alcuni esponenti dell’Italian Style: tra loro la Dott.ssa Elena Parmegiani, da più di dieci anni Direttore Eventi della Coffee House di Palazzo Colonna;

17-targa-parmegiani

Francesco Giuliani titolare di Natalizi Catering, premiato per la sez. Imprenditoria

19-targa-natalizi

 

e il quartetto musicale “L’Origine” composto da Simonetta Spiri, Greta, Verdiana e Roberta Pompa per la sez. Nuovi Talenti.

????????????????????????????????????

Tantissimi gli ospiti che sono intervenuti al Premio Margutta – La Via delle Arti 2016: tra questi Cinzia Malvini, Elisabetta Pellini, Janet De Nardis, Eduardo Tasca, Graziano Scarabicchi, Andreea Duma, Francesca Landi e Walter Bartolomei.

Personalmente è stato un piacere incontrare amici e colleghi come Emanuela Scanu, blogger di ES Immagine, il make up artist Raffaele Squillace, il luxury e lifestyle blogger Edoardo Alaimo, il mio caro amico Davide Alfieri e, ovviamente la Prof.ssa Anna Florenzi del corso di Scienze della Moda e del Costume dell’Università La Sapienza, insieme a tanti altri.

Con Emanuela Scanu

dsc_2570

Con Raffaele Squillace ed Edoardo Alaimo

14650249_10209046511414328_2690156413789192218_n

Con Davide Alfieri

14657492_10209056372820857_3546195243000898538_n

Da sinistra: Beppe Convertini, Antonio Falanga, Anna Florenzi

premio margutta con convertini-falanga-florenzi

Fantastico anche il brunch organizzato dai partner dell’evento, ovvero l’Azienda vitivinicola Ciù Ciù, i Sentieri di Bacco e Natalizi Catering che ci hanno accolto dopo l’evento con mille bontà, ma ringrazio anche lo Studio Fotografico Catino e in particolare il bravissimo fotografo Daniele Cama per gli scatti.

dsc_2577

Ringrazio poi in modo particolare ovviamente Antonio Falanga, art director del Premio Margutta – La Via delle Arti e la splendida Grazia Marino della P&G Events e Vice Presidente dell’Associazione Internazionale di Via Margutta, per l’amicizia e l’ospitalità.

Vi lascio con questo nostro bellissimo scatto e…al prossimo evento!

dsc_2583

Si ringraziano anche ALL. COM, l’Etichetta discografica indipendente Dischi dei Sognatori, il Club H2O Concept, partner dell’evento.

4 thoughts on “Premio Margutta – La Via delle Arti 2016: il Made in Italy protagonista dell’evento

Rispondi