Non sono dotata di telepatia (non ancora perlomeno), ma già so quello che starete pensando “Noooo, Paris Hilton, perché un post su di lei?!?!”.

Ho almeno 4 buoni motivi: il primo è che sono rimasta orfana della festa di compleanno dei 40 anni di Kate Moss che, deludendo tutte le mie aspettative, ha rinunciato ai 3 giorni di festeggiamenti folli e dissoluti per una più banale e oziosa cena, quindi mi serve una festeggiata esagerata per accontentare le mie manie da party girl. Il secondo motivo è che Paris è un po’ come la gramigna (nota erba infestante ndr) per cui ogni tanto anche se ci butti il diserbante rispunta ugualmente (e qualcuno dovrà pur caricarsi l’ònere di parlarne). Terzo motivo: l’ereditiera ha deciso di lanciarsi come stilista di bags e accessori, meditando anche di aprire una boutique in Italia, per cui meglio saperlo prima, della serie “se le conosci le eviti”. Quarto ed ultimo motivo: un tocco di gossip in questo fashionblog ci vuole, o no?!

Quindi eccomi qui. Da dove iniziamo? Preferite dalla festa o dal lancio del suo brand?

Partiamo dal brand, d’altronde via il dente via il dolore. Ebbene, come sapete dal 2005 anche Paris si è aggiunta alla lunga schiera dei famosi che si alzano una mattina e decidono di diventare stilisti, così, tanto per fare qualcosa, lanciando il suo brand Paris Hilton Handbags &Accessories.

Paris-Hilton-Handbags-1

La notizia è che il brand è stato recentemente presentato al Mipel in occasione della 104esima edizione della fiera internazionale di pelletteria e accessori, in attesa di sbarcare con una boutique a Milano.

Immagine

Pare che Paris, per giustificare la sua volontà di insediarsi anche in Italia, abbia dichiarato “Amo molto l’Italia anche perché in realtà sono un po’ italiana anche io, ho origini siciliane”. Detto ciò, e appurato che anche Topolino avesse il nonno originario di Bergamo alta, (tutti in un modo o nell’altro hanno origini italiane, ci avete fatto caso?), Paris ha presentato la sua coloratissima collezione per la primavera-estate 2014.

collezione borse paris hilton

Immagine

Ma veniamo all’altra news che riguarda la famosa ereditiera: il suo birthday party.

Festona. Questa è la parola chiave. Festona tenutasi al Greystone Manor Supperclub in West Hollywood, dove Paris si è scatenata durante il DJ set conclusivo.

Immagine

E poi rosa, tanto rosa. Come quello dell’abito da Barbie girl indossato da Paris per festeggiare i suoi 33 anni,  creazione del designer israeliano Alon Livne, scelto direttamente dalle sfilate della fashion week newyorkese appena conclusa (cioè, altro che saldi). Pare che l’ereditiera l’abbia scelto per assomigliare alla principessa Aurora della fiaba Disney.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Peccato che il tabloid inglese Mirror abbia beccato degli scatti della festeggiata con l’abito dallo spacco inguinale e senza slip, ma si sa, dove c’è Paris c’è scandalo.

Immagine

E poi, in fondo, ognuno le fiabe le interpreta a modo suo 😉

To translate the post, click your flag:


2 thoughts on “Paris Hilton: brand, party & scandal

Rispondi