to top

Paris Fashion Week: tutti a fare la spesa da Chanel!


“Cara, ti vedo carica di buste, sei stata al super?” “Sìsì, guarda, ho preso una confezione di quei nuovi cereali, i Coco Flakes..e già che c’ero anche una 2.55 bag”.

Non vi preoccupate, non mi ha dato di volta il cervello tutto insieme. Sto solo immaginando cosa possono essersi dette le modelle, Cara Delevingne in testa, mentre gironzolavano, carrelli alla mano, tra le corsie del nuovo Shopping Center targato Chanel.

Naaaa, non vi lasciate abbindolare dal nome. Non è un vero supermercato: se vi aspettate prezzi stracciati e volantino delle offerte settimanali siete completamente fuori strada (magari l’avessero fatto!!!). Qui si parla di un Super di lusso, anzi di stra-lusso visto che tra pane e fette biscottate, olio e uova, si celano chicche preziosissime e inconfondibilmente marchiate doppia C, tipo il Little Black Tea per citarne uno.

Ma insomma di cosa sto parlando? Ve lo dico subito: si tratta dell’ultima genialata di quel pazzo visionario di Karl Lagerfeld che, in occasione della Paris Fashion Week, non aveva voglia di fare una sfilata normale e ha pensato bene di ricreare al Grand Palais di Parigi un vero e proprio supermercato in stile pop-chic. Saranno stati i primi accenni di primavera a metter fame a Karl tanto realizzare tutto questo? O una puntina di invidia per gli abiti fast-food fatti sfilare da Jeremy Scott per Moschino? Non lo sapremo mai. Ciò che conta è che la sfilata è stato un vero e proprio show che ha catturato l’attenzione del pubblico e lo ha divertito parecchio.

La sfilata Chanel F/W 2014/2015 alla Paris Fashion Week:

Karl Lagerfeld e Cara Delevingne.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

E per rendere il tutto ancora più movimentato, il geniale Lagerfeld ha messo ai piedi delle modelle-casalinghe comode sneakers psichedeliche o stivali bassi e, come sottofondo, le hit di Rihanna (ospite della serata) e Lady Gaga. Potete immaginare niente di più teatrale e anticonformista?

Immagine

Immagine

Immagine

Per il resto gli ingredienti dello stile Chanel c’erano tutti: classico tweed, ma in nuances accese, leggings, volumi oversize, perle a gogò, linee fluide, l’immancabile nero e qualche stampa artistica.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

 Non vi è già venuta voglia di andare a fare la spesa? 😉

 To translate the post, click your flag: 


  • Nicolò Rizzo

    Bellissima la scenografia, ma non molto belli i vestiti.
    E poi diciamocelo…Cara ha stancato e non poco!

    Bell’articolo comunque.. 😉
    http://praisetonico.blogspot.it/

    marzo 5, 2014 at 5:16 pm Rispondi
    • BlondyWitch

      Grazie Nicolò! Sì gli abiti sono opinabili, ma l’idea è geniale 😀 😉

      marzo 5, 2014 at 5:25 pm Rispondi
      • federica

        Molto carina l’idea,senza dubbio 🙂

        marzo 5, 2014 at 6:10 pm Rispondi
  • thecherryjam

    Idea meravigliosa, finalmente qualcosa di diverso! 😉

    http://www.thecherryjam.com

    marzo 5, 2014 at 5:32 pm Rispondi
    • BlondyWitch

      Sì, almeno rompe un pò le regole della moda! Eh, Karl è un geniaccio 😉

      marzo 5, 2014 at 5:34 pm Rispondi
  • alecandy

    L’idea è sicuramente molto apprezzabile. Non ci potevamo aspettare niente di diverso da un originale come Karl Lagerfeld! 😉

    marzo 5, 2014 at 5:38 pm Rispondi
    • BlondyWitch

      Sì, è davvero inconfondibile. Controcorrente con classe direi 😉

      marzo 5, 2014 at 8:47 pm Rispondi

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

BlondyWitch by Claudia Giordano - Moda e Tips di Fashion Marketing | © Copyright 2017 |
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: