To translate the post, click your flag:

Se ci sono due capi d’abbigliamento diversissimi tra loro, ma ugualmente amati, sono proprio i pantaloni e le gonne. Nel nostro armadio di sicuro ne abbiamo una scelta sconfinata, sia degli uni che delle altre, ma volendo immaginare un’ipotetica sfida: chi vince tra pantaloni e gonne quest’ inverno?

Parliamone, partendo proprio da loro: gli amati pantaloni.

I #PANTALONI sono quella cosa che di solito indossiamo almeno il 70% del tempo che trascorriamo dentro e fuori casa, senza distinzione di sorta. Quella cosa che ci salva le situazioni quando ci dimentichiamo di fare la ceretta, quando tira vento, quando vogliamo essere pratiche, quando vogliamo essere professionali e dal piglio un po’ maschile, ma anche quando l’inverno ci fa venire voglia di tapparci in casa per il freddo. E loro sono lì, pronti a salvarci, sempre. Senza giudicarci (tranne quando la lampo tira, ma quella non è colpa dei pantaloni) e senza offendersi quando li snobbiamo per la nuova mini a pieghe o la midi che fa tanto lady anni’50.

E quest’inverno i pantaloni tornano in grande stile. Anzi, non chiamateli semplicemente pantaloni, perché non lo sono. O meglio, ne hanno la funzione, ma dimenticate i classici cinquetasche, gli anonimi pants della tuta, i soliti pantaloni di pelle…Oggi vi voglio parlare dei pantaloni con P maiuscola, quelli che da soli ti creano l’outfit e che coniugano comodità e glamour sfacciato.

panst nature

A dettare le regole è il capo-chiave del look anni 70: i pantaloni a zampa d’elefante. Dalle sfilate di Milano, Parigi, Londra e New York è questo il pantalone che detta le tendenze della stagione fredda, declinato in diversi materiali come il velluto o il denim e principalmente nella versione a vita alta, come quelli lunghi visti sulla passerella di Versace, Chanel, Giamba e Chloé. C’è spazio ovviamente anche per i modelli svasati al ginocchio o alla caviglia (difficilissimi da indossare ve lo dico) come quelli di Roksanda, Christian Dior, Victoria Beckham e Delpozo; per quelli a palazzo e in colori pastello come quelli di Marc Jacobs, Nina Ricci, MSGM e N21 e per quelli a sigaretta. La tendenza skinny non ci abbandona e trasloca sui pants in pelle, in quelli in broccato o metallizzati (visti da Acne Studios, Hermès, Alberta Ferretti e Leitmotiv).

pants sgargianti

pants sobri

pants stampati

quadri

Preferite la #GONNA? Avete ragione.

Cosa c’è di più femminile di una bella gonna? Sì lo so, se mi sentisse la grande Coco Chanel avrebbe sicuramente da rimproverarmi dicendomi che noi donne dobbiamo essere belle toste ed indossare i pantaloni, ma per fortuna ormai noi femminucce non abbiamo più bisogno di legare il nostro ruolo all’interno della società con ciò che indossiamo e possiamo essere libere di essere spigliate e agguerrite anche con una chiccosissima mini tempestata di strass! Detto questo, chi di noi non possiede nell’armadio almeno due o tre modelli di gonne (mi sono tenuta bassa con i numeri) che indossa nelle occasioni più disparate? Sì perché la gonna è uno dei capi d’abbigliamento indispensabili in ogni guardaroba e a seconda della linea, del tessuto e, ovviamente, della lunghezza, si adatta davvero a qualunque occasione. Certo tutto dipende dal modello: andare ad accompagnare i bimbi al mattino a scuola con una mini in pelle nera non è proprio il top, così come andare ad un evento elegante con una gonna a portafoglio in tartan. Diciamo più semplicemente che ogni occasione ha la sua gonna e vicerversa.

copertina-gonne-620x330

Ma quali sono i modelli cult di quest’inverno? Presto detto: tutti.

Ora mi direte “come tutti, e allora st’articolo che lo stai scrivendo a fare?”, quindi mi spiego meglio. Tutti nel senso che andranno sia le mini che le midi che le gonne più lunghe, ma tutte in versione totalmente rinnovata, con tagli originali, stampe grafiche e applicazioni preziose.
Guardando le sfilate di Milano, Parigi, Londra e New York se ne trovano di ogni tipo: dalle super mini glitterate ai kilt a vita alta, dalle gonnelline a pieghe plissé a quelle a palloncino o chiuse a fazzoletto.

gonne-corte

Non mancano all’appello però le elegantissime gonne a matita e i classici modelli al ginocchio, ma super decorati, anche un po’ da squaw, passando per quelle dal design minimal.

gonne-midi

Grande cult di questa stagione fredda sarà anche la gonna in pelle, non importa se lunga o corta, decorata o meno.

gonna-di-pelle

Infine non mancano le gonne lunghe fino alla caviglia da portare con stivali, mocassini, décolleté e sandali con calze di lana a vista (per chi ne ha il coraggio).

gonne-lunghe

Secondo voi chi vincerà questa sfida di stile?


4 thoughts on “Pantaloni VS Gonne: chi vince la sfida di stile nell’inverno 2015/2016?

    1. Ciao Marti!! Mi fa sempre piacere quando passi a trovarmi 🙂 Bè le mini a ruota sono deliziose e d’inverno è anche più facile indossarle perchè al limite un bel collant e via! Un abbraccio :*

  1. Per me è complicatissimo dover scegliere…. Li amo, spudoratamente, entrambi.
    Forse, se proprio dovessi dare una preferenza, scelgo i pantaloni, ma solo perchè sono quelli che uso o sfrutto di più in una settimana, essendo universitaria, per me sono più comodi per spostarmi da una sede all’altra. Ma comunque adoro anche le gonne… 🙂
    Ne approfitto per farti i complimenti per il blog e per gli articoli che posti. Mi piacce molto il tuo stile di scrittura.

    1. Grazie mille per i complimenti 🙂 Per la questione pantaloni la penso come te: per il giorno sono comodissimi, poi la sera per uscire una bella gonna ci sta tutta 😉 Un abbraccio a presto :*

Rispondi