Vi confesso che era da un pò che la volevo intervistare, almeno da quando ho avuto modo di ammirare dal vivo le sue creazioni durante il contest Moda sotto le Stelle.
Perché lei è una “che spacca” come si suol dire: tosta, in gamba e con una vena creativa da vera artista. Se a questo aggiungete che è anche simpaticissima e assolutamente alla mano (oltre che decisamente alta!!!), ecco qui che non potevo farmi sfuggire una chiacchierata con questa giovane promessa della moda, soprattutto dopo il successo della sfilata Silent Revolution organizzata da Accademia del Lusso, dove i suoi abiti sono stati tra i più apprezzati e applauditi.
Sperimentatrice e con un anima punk-rock che si manifesta in tutta la sua forza, eccovi l’intervista con la mitica Federica Romoli. Buona lettura! 🙂

BW: Ciao Fede e grazie mille per aver accettato di fare questa chiacchierata!
Federica: Ma grazie a te….per me è un vero piacere!
BW: Direi di iniziare dalla fine: Silent Revolution – una sfilata evento in cui hai portato in passerella delle creazioni assolutamente fuori dagli schemi ispirate chiaramente al mood cyber-punk anni ’80. Perché questa scelta?
Federica: Perché sono affascinata dal mondo delle culture sub-urbane…E’ così facile portare in passerella abiti semplici ed ispirati a mood facilmente individuabili….A me invece piace osare e far conoscere culture, diciamo, non proprio conosciute dal vasto pubblico.
BW: E ci sei riuscita in pieno! Ma quanto è stato difficile realizzare questa capsule collection e quali tecniche hai impiegato?
Federica: Questa volta è stato molto difficile perché gli abiti, soprattutto i capispalla, erano molto strutturati, con costruzioni geometriche e un mix di materiali diversi fra loro quali similpelle, tessuti tecnici, tulle e catene. In più la difficoltà era soprattutto cercare di non deludere chi ci dava questa grande occasione, quindi Accademia del Lusso e, soprattutto, il direttore artistico, Antonio Martino, che ci ha supportato e “sopportato” durante questa grande avventura insegnandoci tanti trucchi del mestiere, sia a livello pratico che umano, facendoci capire quanto è tosto questo mondo, ma anche che il duro lavoro prima o poi paga.

Insieme a Federica durante la sfilata Silent Revolution

10150603_10203923619345228_4159655325234841445_n

Alcune immagini degli abiti firmati Federica Romoli sulla passerella di Silent Revolution by Accademia del Lusso, tra cui le foto scattate dalla bravissima Martina Santoro

10455694_1517902585117960_1067398660686919588_n

10457515_1517902698451282_1531802126463837166_n

10380993_10152429406352113_4644659628078231308_n

10624616_10152429406282113_5530461821810624426_n

10710637_10152429406267113_4934658991411189215_n
BW: Sono d’accordissimo con te. Se si lavoro sodo e bene prima o poi il successo arriva sempre. E infatti, nel tuo caso, il successo di Silent Revolution è solo l’ultimo (per ora) di una lunga serie. Altre sfilate importanti?
Federica: Se ti dicessi che ho fatto le selezioni per Project Runway…..e per un soffio non sono entrata? A parte questo ovviamente ho fatto altre sfilate firmate Accademia del Lusso, durante gli anni in cui la frequentavo. E ovviamente c’è l’esperienza a Moda sotto le Stelle!
BW: E allora colgo la palla al balzo per chiederti cosa ti ha regalato questa esperienza a Moda sotto le Stelle risalente a questa estate, se è stata utile per farti conoscere.
Federica: E’ stata un’esperienza magnifica, la rifarei anche domani. Mi ha regalato grandi emozioni e, in più, mi ha donato visibilità, facendomi conoscere voi bloggers, giornalisti e personaggi del settore…Che dire, porterò sempre quell’esperienza nel mio cuore.

Gli abiti di Federica Romoli sulla passerella di Moda sotto le Stelle by Glamorize

10462869_586804494770007_548657335568880973_n

10492201_586803971436726_7399256515087373753_n

10511129_597923190324804_3752348584583361833_n
BW: Infatti noi ci siamo conosciute così e direi che è stata una bellissima occasione anche per me! 🙂 Ma dimmi, come sei arrivata a queste esperienze, che studi hai fatto e come hai mosso i primi passi nel mondo della moda?
Federica: Guarda, sono da sempre appassionata di moda, estetica e arte e mi sono laureata nel 2006 in Scienze della Comunicazione con uno studio approfondito sul linguaggio giornalistico delle riviste femminili negli anni Sessanta. Durante quel periodo ho anche frequentato una scuola di Arti Visive. Poi mi sono affacciata verso il vero campo della moda frequentando una scuola di modellistica e confezione, per terminare gli studi all’Accademia del Lusso, specializzandomi in stilismo e disegno grafico.
BW: Ah però, lo dicevo che sei una tosta, hai lavorato sodo! E poi dagli studi sei passata alla pratica…
Federica: Sì. Diciamo che appena terminati gli studi all’Accademia del Lusso ho lavorato per due anni in un ufficio stile dove avevo rapporti diretti con le aziende e le fabbriche..praticamente avevo il compito di seguire il prodotto lungo tutto il suo iter nella produzione. Poi, sempre tramite Accademia, ho conosciuto Anna e Tania di MadZone (Anna Mastropietro e Tania Mazzoleni – n.d.r) e la strada da percorrere mi è sembrata più chiara. Ho cominciato a capire che volevo fare qualcosa per me stessa, puntare il tutto e per tutto sulle mie forze. Quindi, avendo già un marchio, ho deciso di arricchire le mie creazioni….ed ho cominciato a capire che cosa voglio fare nella mia vita: vestire le donne con la mia arte.
BW: Hai detto marchio. E lì volevo arrivare: OBSESSIF, il tuo brand, è accattivante fin dal nome…Puoi raccontarci qualcosa in più?
Federica: Certo. In realtà sai, OBSESSIF è un marchio ancora in ombra, ma forse è proprio questa la sua filosofia…In fondo questo brand è stato proprio creato seguendo uno studio sul mondo oscuro della notte che io conosco bene, essendo anche barman. La notte è piena di fascino, di persone speciali, con un background tutto da scoprire; è elegante, oscura, affascinante, misteriosa, sporca, paurosa, sexy. Queste sono le caratteristiche del marchio OBSESSIF, adatto a tutte le donne forti, eclettiche, a cui piace osare e giocare con il proprio look e soprattutto uscire fuori dalla massa e farsi notare. Tutto questo perché è un marchio che non segue la moda del momento …la fa!

Obsessif by Federica Romoli

1011065_496781510438973_1589610500_n
BW: Bè, fantastico. Un marchio decisamente eclettico e misterioso, ricco di sfaccettature da scoprire. Ma dici che è ancora in ombra…E’ una scelta strategica o stai aspettando di fare il grande salto?
Federica: Bè parlare di scelte strategiche non direi proprio. Ormai credo che hai cominciato a conoscermi, sono una persona molto semplice e alla mano, che non vive assolutamente di strategie e questo si rispecchia in tutto ciò che faccio. Mi piace il mistero, la notte e tutto ciò che non è scontato, ma sicuramente vorrei che il mio marchio fosse sotto le luci della ribalta….ben illuminato 😉
BW: Eheheh, la mia infatti era una domanda retorica 😉 Passiamo un pò alle tue passioni. Oltre la moda, ovviamente. Cosa ama Federica Romoli?
Federica: Amo l’arte, la musica, gli amici, il divertimento, i buoni sentimenti e le cose semplici della vita.
BW. Hai uno stile decisamente alternativo e deciso (in questo momento Federica ha i capelli verdi – ndr) Sei così anche nella vita, o è solo una “questione di look”?
Federica: Sono così sempre! In realtà non faccio nulla per compiacere gli altri, lo faccio perché mi piace giocare con il mio corpo, mi fa stare bene, penso che il corpo di una persona sia come una tela bianca e noi siamo i pittori del nostro corpo. Mi piace modificare il mio aspetto, partendo dai capelli, passando poi per tatuaggi e piercing. Da sempre ho amato giocare con il mio aspetto, non riesco a stare ferma un attimo mi piace cambiare…mi rende viva!

Altri lavori realizzati da Federica Romoli: shooting fatto in Accademia del Lusso durante gli anni di studio

559501_497757260341398_140649562_n

1506505_497757420341382_98190131_n

L’abito realizzato da Federica per i 150 anni d’Italia, in occasione di una sfilata organizzata da Accademia del Lusso

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
BW: Domanda d’obbligo: stilista (o stilisti) preferito/i?
Federica: Yohji Yamamoto. Tu mi chiederai perchè ed io ti rispondo con una sua frase: “Lo stile è l’arte di mischiare, di mettere in valore e di governare esteticamente ciò che uno ama. Per quel che mi riguarda, mi piace associare allo chic dei creatori quel che vado trovando al mercato delle pulci. Scegliere è la nostra ultima libertà. Indossare gli abiti di certi stilisti è come cambiare vita. Quando qualcuno mi dice: Yohji, desidero portare i tuoi vestiti, gli rispondo: Attento, non fidarti. Non è così semplice.” Capisci? È un genio

Lo stilista Yohji Yamamoto

yohji-yamamoto-9
BW: Come darti torto! Tornando a te, dimmi un album, un libro, un film cult.
Federica: Un album? Indiscutibilmente “Dark Side Of The Moon” dei Pink Floyd, il libro da sempre amato, scoperto nel periodo degli studi liceali “L’isola di Arturo” di Elsa Morante e un film cult….bè di sicuro tutti i film di Tarantino, soprattutto “Scarface”!
BW: Ok con i Pink Floyd mi hai definitivamente conquistata 😀 Progetti futuri? C’è qualcosa che bolle in pentola?
Federica: Ampliare questa mia capsule collection che ha debuttato a Silent Revolution, continuare a fare moda e far conoscere al vasto pubblico la mia arte.
BW: In base alla tua esperienza nella moda, cosa consigli ai giovani che vogliono affacciarsi in questo mondo così complesso?
Federica: Non credo proprio di essere in grado di dare consigli, insomma mi imbarazzi quasi, visto che sono proprio una delle ultime arrivate…L’unica cosa che mi viene da dire è: se credi in qualcosa, butta anima e corpo in ciò che ami; lavorare duro e avere sempre rispetto del prossimo. Solo essendo leali si va avanti.
BW: Ok, grazie mille Federica per questa bella intervista. Lasciaci i tuoi contatti così possiamo seguirti.
Federica: Il mio marchio e le mie creazioni sono visibili sulla mia pagina facebook OBSESSIF BY FEDERICA ROMOLI e le mie creazioni le trovate da MadZone di Tania Mazzoleri e Anna Mastropietro, lo show room più figo a Roma, in via Palermo 34! Grazie mille Claudia, mi sono proprio divertita…. È sempre un grande piacere incontrarti 😉

Per il momento saluto qui Federica Romoli, augurandole il meglio per la sua promettente carriera e vi invito a seguirla e a conoscere meglio il suo stile unico.

To translate the post, click your flag:

Vi è piaciuto questo post e volete rimanere sempre aggiornati sugli eventi e le altre fashion news? Seguitemi su FACEBOOK

13 thoughts on “NEW TALENTS: intervista a Federica Romoli

  1. Bellissime le creazioni di federica !!
    Tu hai fatto davvero un’ottima intervista,sei riuscita a trasmettere benissimo la sua passione e il suo carattere,scrivere ti riesce davvero bene!
    baciii :*

    1. Grazie bella mia ♡♡♡ Mi fa davvero piacere quello che dici perché in un’intervista é davvero importante che esca fuori l’artista a 360* perché é un ‘occasione davvero per conoscerlo meglio. In questo Federica é stata bravissima ad aprirsi e a raccontarsi. Ti abbraccio :*

Rispondi