to top

Met Gala Red Carpet 2016: i migliori e peggiori look delle star


Met Gala Red Carpet 2016: look pazzeschi o improbabili? Gli abiti di Madonna & co.

 

Siate sinceri…

Pensavate davvero che potessi esimermi dal commentare il Met Gala Red Carpet 2016? Assolutamente no!

Anche perché questa volta (tanto per cambiare) le nostre amate star si sono davvero sbizzarrite: tra abiti da sogno, vestiti ipergriffati e scivoloni di stile che penso seriamente rimarranno nella storia (Madonna docet), i cari vips si sono presentati da nostra signora di Vogue (Anna Wintour ndr) più in tiro che mai.

Come sapete infatti, ogni anno il Met Ball, il gala organizzato dal direttore di Vogue in onore del vernissage della mostra di punta del Costume Institute del prestigioso Metropolitan Museum, è sempre uno degli eventi più attesi. Quest’anno poi il titolo dell’esibizione che ha aperto i battenti è stato il non-plus-ultra:

Manus x Machina: Fashion in an Age of Technology

ovvero le contaminazioni tra moda e tecnologia. E sapete come le nostre amate star e starlette lo hanno interpretato? Dopo il celebre post sul red carpet degli Oscar 2016, ve lo racconto oggi in questo super pezzo da non perdere.

Siete pronti? Ok, iniziamo!

Met Gala Red Carpet 2016: le 3 categorie

In base all’abito scelto, al colore e al grado di “pazzia”,  possiamo dividere le star presenti ai Met Gala in tre macro-categorie, ovvero:

#1 Argento & Oro mon amour: della serie “abiti che sembrano rubati ad un film futuristico”, dai bagliori scintillanti, tutti tempestati di strass, paillettes, luccichii… alcuni anche troppo. Infatti c’è chi ha esagerato come al solito e si è presentata sul red carpet travestita da orata al cartoccio. Il MetGala Red Carpet 2016 ne era pieno zeppo.

#2 Colour & Flowers:  Molte star hanno scelto abiti colorati dalle mille sfumature (per lo più targati Gucci) oppure con delicati ricami floreali. Molti abiti avevano lo strascico, alcuni talmenti lungo da pulirci l’intero red carpet, altri così colorati da sembrare un pastrocchio (vedi Dakota Johnson che secondo me dopo 50 sfumature di grigio non s’è più ripresa)

#3 L’abito che non ti aspetti (e che noi umani non potremo mai capire): che tradotto sta per gli outfit che uno guardandoli si chiede “Ma perché?”. Qui ci sarebbero anche diverse sottocategorie tra cui spiccano la categoria “Ma che sei impazzita?” e la celebre categoria “Ma lo stilista lo sa???”.

Ora però bando alle ciance e scendiamo nel dettaglio!

Met Gala Red Carpet 2016: Argento & Oro mon amour

Partiamo dunque dalla prima categoria dove troviamo una sorprendente Taylor Swift (in Louis Vuitton) con il capello appena rifatto (che mi piace un sacco) in mini abito argento con sandali intrecciati (forse un po’ too much, ma ci sta); la coppia d’oro dello showbiz (ma quanto dureranno? Si accettano scommesse) alias l’ex One Direction Zayn Malik vestito da Gig Robot d’Acciaio – anzi no scusate, l’abito è firmato Versace – e Gigi Hadid, sempre divina (qui in Tommy Hilfiger). Terminiamo il trittico con la solita sobria Rita Ora che indossa un abito di Vera Wang.

met gala red carpet 2016 1

Continuamo sul filone “argento non ti temo” con altre tre star: la divina Nicole Kidman in Alexander Mc Queen (che però qua mi pare tanto la strega cattiva di Biancaneve in versione deluxe) e due esempi di chi ha indossato l’argento in pieno stile “orata al forno” ovvero Brie Larson in Proenza Schouler e Cindy Crawford in Balmain (Brie troppe balze e la lunghezza dell’abito non le dona, Cindy ha un taglio dell’abito da “punto vita cercasi”).

argento 2

Ma continuamo sulla stessa scia e passiamo ai pezzi da novanta: qui abbiamo Florence Welch sempre affascinante in Gucci , la bellissima Kendall Jenner in Versace e la solita Kim Kardashian che tanto per cambiare non s’è regolata. Mi hanno suggerito (Marianna ci sei? 😀 ) che il suo fondoschiena visto da dietro assomigliava tanto alla copertura in stagnola per fare i popcorn!

argento 3

Peggio di Kim Kardashian ha fatto Lady Gaga vestita da Madonna (Madonna invece come vedremo più avanti s’è vestita da Lady Gaga). Il suo abito firmato Versace ha fatto scalpore (e non in senso buono). Alla sua sinistra invece potete ammirare la splendida Naomi Watts in Burberry  mentre alla sua destra spicca una coppia che forse sono troppo vecchia io per conoscerli, ma che comunque mi sembravano degni di nota (se non altro tiè che scollatura!): si tratta di Lucky Blue e Pyper America Smith in H&M.

argento 4

Sempre a tema brillo che più brillo non si può”, tre oufit da far girare la testa: Poppy Delevingne in  Marchesa, Lupita Nyong ‘O in Calvin Klein Collection (ma cos’ha in testa? Un digitale terrestre?) e, dulcis in fundo, Naomi Campbell in Roberto Cavalli Couture.

scintillanti

Passiamo ora alle star che hanno scelto un outfit sui toni dell’oro/rosa e vattelapesca: qui troviamo la bellissima Sienna Miller (in Gucci), la pazzesca Beyoncè in Givenchy by Riccardo Tisci e Rachel McAdams che secondo me non ha capito manco lei che s’è messa, ma l’abito è Valentino quindi tutto ok.

oro e rosa1

Sul filone “brillo, ma meno di quelle di prima”, ecco gli outfit nei toni chiari di nostra signora di Vogue (in Chanel), della figlioletta di Jack Sparrow, alias Lily Rose Deep (anche lei in Chanel) e Kate Hudson in Versace (Donatella andava via come il pane a ‘sti Met Gala!)

chic e choc

Ma passiamo allegramente alla seconda categoria.

Met Gala Red Carpet 2016: Colour & Flowers

Nella categoria dei vestiti colorati e fiorellati, troviamo: la splendida Blake Lively (in un abito pazzesco di Burberry), seguita a ruota da Bee Shaffer in Alexander Mc Queen e da Zoe Saldana in un abito D&G che non oso immaginare quanto costi.

fiori

Nella categoria Colours invece troviamo tre abiti molto diversi tra loro: i primi due me li sarei risparmiata volentieri, ovvero quello di Charlotte Casiraghi (è Gucci e mi ricorda che avevo un maglione uguale una volta, l’ho fatto volare dal balcone) e di Dakota Johnson che dopo le 50 sfumature di grigio s’è data alle stelle colorate (Gucci pure questo). Per fortuna che a risollevare gli animi è arrivata Jessica Chastain con questo superbo abito blu di Prada.

colore

Ma passiamo – ahimè – all’ultima categoria.

Met Gala Red Carpet 2016: l’abito che non ti aspetti

In questa categoria molto variegata troviamo abiti un po’ per tutti i gusti: da quelli passabili (ma alquanto incomprensibili) a quelli che davvero ti chiedi cosa si fosse bevuta la star di turno prima di indossare quello che ha indossato…Vediamoli insieme.

Partiamo in modo soft con Emma Stone in Prada (l’abito è bello, ma quella cintura che sembra di castità che è?), passando per Emma Watson in un incomprensibile abito firmato Calvin Klein Collection (Il sotto! Cosa c’è sotto? Pantaloni, gonna? Boh!) per finire con una Katy Perry in versione Prada che…mah, non saprei neanche definirla. Il trucco e parrucco erano un omaggio a Moira Orfei?

katy perry

Passiamo a tre vips, una vestita peggio dell’altra: Alicia Vikander in Louis Vuitton, Sarah Jessica Parker in Monse (Ma che fine ha fatto lo stile di Carrie?!?) e l’abito ancora firmato Louis Vuitton di Selena Gomez…(Louis, perchè ci hai fatto questo?)

che ti sei messa 1

Ma eccoci arrivati all’ultima tranche…quella che più trash non si può: e passi Nicki Minaj vestita da catwoman sadomaso (l’abito è firmato Jeremy Scott…anche lui a tema)

nicki minaj

Ma qualcuno vuole spiegarmi il perchè della mise di Madonna??????????? (firmata tra l’altro Givenchy by Riccardo Tisci). Io non trovo più le parole…basta, mi arrendo. NO MARIA, IO ESCO!

madonna

Ok si, avete ragione, non posso salutarvi così, con queste immagini forti.

Vi saluto allora con l’abito più bello della serata o perlomeno il più originale: al Met Gala Red Carpet 2016 ha fatto furore il fantastico abito che si illumina al buio firmato Zac Posen e indossato dalla bellissima Claire Danes (della serie Cenerentola me spiccia casa!)

claire danes in zac posen

clare danes buio

Al prossimo red carpet! 😉

 


  • wwayne

    inalmente un tuo nuovo post sui red carpet! Passiamo a commentare:
    – Taylor Swift, Brie Larson, Rachel McAdams e Katy Perry: i rossetti neri stanno bene soltanto alle donne nere. Alle bianche dà un’aria tetra da Mercoledì della famiglia Addams che nun se pò vedé.
    – Kim Kardashian: Come sai, mi piacciono le donne curvy. Tuttavia, chi ha un fisico di quel tipo deve saper valorizzare i punti forti, e nascondere quelli deboli: ad esempio, quella gamba a prosciutto andava assolutamente coperta, anziché protesa in avanti come se la Kardashian avesse chissà quale stacco di coscia da mostrare.
    – Lupita Nyongo’o: Ormai la fauna che popola l’habitat del red carpet ho iniziato a capirla. Si divide in varie categorie:
    – le esibizioniste, caratterizzate da profonde scollature e sguardo da mignotta che ammicca alle auto di passaggio;
    – le provocatrici, che si vestono in modo volutamente kitsch al grido di “smerdatemi, basta che parliate di me”;
    – le donne di classe o aspiranti tali, che cercano di apparire il più raffinate possibile;
    – le ragazze acqua e sapone, che si alzan la mattina e già potrebbero andare sul red carpet per quanto son dolci e carine.
    Ora, perché una come Lupita Nyongo’o, palesemente un membro dell’ultima categoria, mi passa nel girone infernale delle provocatrici? Sarà una cattiva idea dell’agente.
    – Emma Stone: L’ho sempre trovata molto sopravvalutata dal punto di vista estetico, ma ora che s’è fatta mora devo ammettere che è diventata una gran bella ragazza.

    maggio 4, 2016 at 7:40 pm Rispondi
  • wwayne

    – Sarah Jessica Parker: le peggiori meches che abbia mai visto. Le ciocche mechate sono rigide come stoccafissi, e si combinano malissimo con il colore naturale.
    – Alicia Vikander: Altra ragazza dall’aria dolcissima come Lupita Nyongo’o. L’abito è effettivamente osceno, ma ha provocato in me un delizioso effetto nostalgia: il crop top color pastello era un classico delle teen ager anni 90.

    maggio 4, 2016 at 7:42 pm Rispondi

Rispondi

BlondyWitch by Claudia Giordano - Moda e Tips di Fashion Marketing | © Copyright 2017 |
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: