to top

Margutta Creative District @AltaRoma: eccellenze Made in Italy nel cuore di Roma


Margutta Creative District: via Margutta come non l’avete mai vista

 

Sono di parte lo ammetto,

ma quando ad organizzare eventi sono Antonio Falanga e Grazia Marino, si può star certi che si tratta di eventi speciali e di alta qualità.

E’ per questo che sono felice di parlarvi oggi di un progetto davvero eccezionale che durerà per tutti e 4 i giorni della moda capitolina, con Via Margutta, da sempre legata storicamente all’arte e agli artisti, che diventerà il fulcro della moda, del design e delle eccellenze food&wine. Il meglio del made in italy insomma.

Come? Con Margutta Creative District, progetto nato con l’intento di promuovere la creatività italiana ed internazionale, riportando via Margutta al centro del panorama delle arti contemporanee.

L’iniziativa è stata appunto ideata da Antonio Falanga e Grazia Marino, prodotta dalla Together eventi comunicazione, organizzata dalla PG Events e si avvale del Patrocinio dall’Associazione Internazionale di Via Margutta.

L’evento, che si terrà ovviamente sull’intera area di Via Margutta dall’8 all’11 luglio, è uno degli appuntamenti più attesi del calendario di “ALTAROMA In Town luglio 2016”.

Margutta Creative District si pone così l’ambizioso obiettivo di promuovere il profondo legame tra le radici e la contemporaneità, tra la ricerca e l’innovazione: filo conduttore naturalmente l’Alta Moda grazie ad incontri, dialoghi e contaminazioni con vari settori come arte, design, fotografia, ma anche food e wine.

Margutta Creative District: gli appuntamenti clou

Tanti gli appuntamenti della quattro giorni del progetto Margutta Creative District, con i cortili e le gallerie d’arte, le botteghe artigiane e gli hotel di via Margutta che prenderanno vita diventando location esclusive, ricche di storia e grande fascino.

Due gli appuntamenti clou:

  • L’Opening di venerdì 8 luglio
  • Il defilè di moda che si svolgerà sabato 9 luglio alle ore 21. In questa speciale occasione via Margutta diventerà il set di una esclusivissima sfilata di moda, su una passerella di 100 metri dove sarà possibile ammirare le collezioni moda di Katharine Story, dell’Accademia di Moda Sitam di Lecce, di Chiara Baschieri e per la Sezione “Jewelry” le creazioni di Gaia Caramazza e della fantastica Marina Corazziari, una vera artista internazionale del gioiello.

Tante le sezioni che riserveranno sorprese da ammirare a tutti coloro che visiteranno il Margutta Creative District nei prossimi giorni.

Per la Sezione Moda sarà possibile ammirare gli outfits di brands italiani e stranieri

Katharine Story, designer di moda californiana, dopo i successi ottenuti a Parigi e New York durante le settimane della moda e al Miami Swim Show sarà per la prima volta in Italia per presentare il proprio stile che evoca l’eleganza bohémien della sua nativa Laguna Beach.

Katharine Story

Margutta Creative District Katharine Story

Eco-sostenibilità e originalità: in questo si rispecchia l’anima e la moda di Tiziano Guardini, un vero talento del nostro Made in Italy, che presenterà abiti scultura realizzati con tessuti e accessori originari dalla madre terra, fonte d’ispirazioni della sua esclusiva eco-couture.

Tiziano Guardini

2 tiziano guardini

L’Accademia di Moda Sitam di Lecce presenta a Roma la nuova Collezione 2016, ideata e realizzata in sede dagli allievi dell’Accademia pugliese, coordinati dalla Direttrice Stefania Cardellicchio. Nelle varie proposte moda emerge una donna che si rifà a linee minimal ed essenziali, con originali lavorazioni al laser.

Sitam Lecce

4 Sitam Leccce

Parte dai vizi capitali l’ispirazione della stilista Annamaria Patronella (l’abbiamo anche intervista qui su blondywitch, vi ricordate?) che in via Margutta espone due outfits sartoriali realizzati con raffinate tecniche d’alta moda.

Annamaria Patronella

3 annamaria patronella

Suggestioni esotiche per Chiara Baschieri, atmosfere coloniali e rigore androgino nella sua collezione SS16. Gli intarsi e i fitti disegni geometrici degli edifici di Tangeri sono trasposti su bluse a scatola e minidress laserati dai tagli netti e puliti, mentre le forme morbide degli abiti e dei pantaloni alla caviglia sembrano rifarsi ai tratti dell’ abbigliamento tradizionale magrebino.

Chiara Baschieri

Chiara Baschieri
Per la Sezione Accessori protagoniste saranno le bags

Quelle di Massimiliano Mastrangelo che a solo 15 anni si sta affermando, con il suo brand Lisianthus, come il più giovane fashion designer italiano e che presenterà in via Margutta la sua Starting-Capsule. Il progetto prende vita
dall’uso quotidiano dei social ed in particolare da Instagram, foto, frasi fonte d’ispirazioni per l’ideazione e produzione di borse e accessori Haute Couture, realizzate con pelle esotica ed alti capi di pellicceria.

Bag Lisianthus

9 bag_lisianthus

Originale ed innovativo il progetto ideato da Marina Santaniello, la nuova collezione di borse, progettata e realizzata in pelle, si compone di una borsa interna e di una cover esterna, sfilabile, dipinta a mano, con immagini che raccontano ancora una volta storie di donne.

Marina Santaniello

10 bag_marina santaniello

Il brand Max Clan Roma è un’azienda giovane, dinamica e innamorata del prodotto che crea, contraddistinto da raffinata eleganza e qualità impeccabile. E’ specializzata nella produzione di calzature e borse, di uso elegante-quotidiano, dedicate alla donna attenta alla moda e alle nuove tendenze, ma allo stesso tempo pratica e amante della comodità.

Max Clan Roma

11 max clan roma
Per la Sezione Jewelry

Gaia Caramazza presenta in anteprima “Scrigno Collection”. Sette segreti da custodire, sette scrigni preziosi disegnati per ognuno dei volti della femminilità. Sette piccoli gioielli da indossare vicino al cuore, lì dove le passioni nascono e trovano protezione. La Collezione “Scrigno” è realizzata interamente a mano, in Oro, Oro rosa, Argento e Bronzo abbinati alle pietre Agata, Quarzo, Radici di Smeraldo e brillanti.

Gaia Caramazza

6 gaia caramazza

Marina Corazziari, scenografa e designer di gioielli, reduce dai successi ottenuti con le sue creazioni in varie mostre a Roma a New York e Montecarlo, prendendo ispirazione dalle atmosfere del suo mediterraneo presenta creazioni esclusive realizzate in oro, argento contornate da pietre dure.

Marina Corazziari

7 marina corazziari

Alex Carelli, nata in una famiglia di orafi e gioiellieri, da sempre vive con il desiderio di creare gioielli di concetto contemporaneo, da qui nasce l’ispirazione dell’utilizzo del ferro come metallo struttura dell’oggetto. Intrecciato, piegato, adattato a seguire le morbide forme del corpo femminile.

Alex Carelli

8 alexcarelli

Oltre l’abito, oltre l’accessorio, la Maison Furstenberg porta il suo inconfondibile stile anche nell’arredo con un lusso che rappresenta al meglio l’Italian Style. Con il progetto Home protagonista all’Hotel Art di Via Margutta, un albergo dove l’arte è il trait d’union che collega tutti i suoi elementi, si vuole evidenziare il fil rouge che intercorre tra moda, cultura, arte e design, con la presenza di un Divano che richiama lo stile Luigi XVI e un abito di archivio di alta moda realizzato in schiffon, realizzati entrambi con la stessa nuance di blu.

Maison Furstenberg

12 egon furstenberg
Silvia Marica di Metem Design presenterà nella Galleria P&G Events la sua installazione di moda&design “Aurora”.

La sezione dedicata al Design

E’ coordinata dall’Arch. Sergio Catalano e propone una particolare esplorazione sul design Italiano, con modalità borderline tra ricerca e nuovi modi di progettare, autoproduzioni e nuove ipotesi di distribuzione e marketing del design.

Il percorso si articola in varie location ognuna individuata per una specifica installazione. Differenti fra loro sono le personalità ed i soggetti coinvolti nella curatela di diversi eventi, tutti con l’obiettivo di sperimentare nuovi confronti tra la Moda e il Design. Tra questi:

“La Casa di Pietra – Racconti Emersi”, a cura di Gumdesign, racconto itinerante per immagini in uno spazio che racchiude e comprime il tempo attraverso la memoria e l’immaginazione dalla forma iconica della casa.

“In Genesi di Forma – oggetti in nuce” allestimento con oggetti in marmo e performance reading.

“Ulisse Homo Faber” a cura di Roberto Monte. Il progetto persegue l’idea di una totale radicalità che, spinta al limite, finisce col ridurre al minimo l’intervento sulla materia, a fronte tuttavia di una profonda fase progettuale, che ne individua le modalità e le ragioni.
“HumanDesignForFood”, a cura di ADI Delegazione Campania. La mostra propone i progetti e i prodotti per il cibo che la Campania ha espresso negli ultimi anni con particolare attenzione all’alimentazione buona e pulita, nonché orientata a significati sociali e di sostenibilità ambientale,

“ICOD” a cura di Giuseppe Finocchio, è una piattaforma che seleziona talenti ed eccellenze del design italiano come designers autoproduttori, artigiani, makers, piccoli produttori promuovendo e distribuendo i loro brand. Saranno presenti: Andrea Pirrone, Audiobarrel.it, Casa come me, Catalano Design Lab, Ecostadesign, Ferrucci e Vitale Design, Improntabarre, Mind Madeindesign, Pierpaolo Monaco, Raffaele Piccoli, suDesign, Totodesign.

“Collezione 10”, cura di Daniele Della Porta, installazione di lavabi in marmo disegnati da 10 personalità di spicco del design internazionale. Il concept della collezione, prodotta e distribuita da ALFA MARMI, intende recuperare il valore dell’artigianato al servizio dell’idea progettuale, liberando le logiche creative dalle griglie che la segmentazione del mercato

“Patterns re-mind”, presentazione della nuova collezione di lampade prodotta da Join-lamp e disegnata da Sergio Catalano. Patters illuminati come visioni ri-evocate, immagini proiettate su forme archetipe, esprimono ancora una volta l’originalità e la funzionalità del caratteristico sistema ad incastro brevettato.

“Join-lamp”, ormai riconosciuto tra le più interessanti e sostenibili innovazioni nel settore del’illuminazione d’interni degli ultimi anni.

“Manufactura” a cura di Roberto Liberti e Maria Antonietta Sbordone, ricrea l’ambiente domestico presentando oggetti per l’imbandigione e l’illuminazione in ceramica, legno e pelle microforata, accompagnata da una video installazione. Il progetto si ispira al mondo dell’alto artigianato con la realizzazione di manufatti per piccole serie prodotte in Irpinia che si caratterizzano per appartenere alla categoria dell’artidesign.

“BIN mag”, plat-zine di talenti made in italy, presentazione a cura di Roberto Liberti. BIN mag nasce da www.bin-italy.it, ed è una piattaforma dedicata alla promozione dell’esclusività ed eccellenza italiane nei settori del design, l’arte, la moda e le nuove discipline creative.

Per la Sezione Food&Wine

saranno protagonisti: il Margutta vegetarian food&art, un’istituzione nel panorama eno-gastronomico europeo, ha percorso trasversalmente tutte le grandi rivoluzioni vissute dalla cultura alimentare in questi trentacinque anni; un’isola verde nel cuore di Via Margutta, oggi anche punto di riferimento e spazio espositivo fra i più attivi nel campo dell’arte contemporanea.  “Il Margutta”, regno indiscusso di Tina Vannini, oltre a proporre un menù vegetariano per l’opening di Margutta Creative District, sarà palcoscenico di un’esclusiva performance food&afashion a cura dello stilista Tiziano Guardini e la Burlesque performer Peggy Sue.

L’Azienda Vitivinicola CIU’ CIU’, alla cui guida oggi ci sono Walter Bartolomei e il fratello Massimiliano, esporta in tutto il mondo le sue pregiate etichette. I vini Ciù Ciù, biologici e di altissima qualità, nascono da vitigni che si trovano nei pendii delle colline di Offida (AP), terra d’origine di Passerina, Pecorino, Rosso Piceno Superiore, sono ormai noti in tutto il mondo e contribuiscono a tenere alta la tradizione vitivinicola del Made in Italy.

I Sentieri di Bacco di Beatrice Trebisacce, imprenditoria femminile, arte, moda, vino, insieme a rappresentare il made in Italy, un progetto che intende attraverso una educazione alimentare enogastronomica che riguardi il benessere della persona nel rispetto della natura e dell’ambiente.

Insomma un evento davvero da non perdere!


Rispondi

BlondyWitch by Claudia Giordano - Moda e Tips di Fashion Marketing | © Copyright 2017 |
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: