Vi ricordate quelle affascinanti storie su come gli stilisti davano vita alle loro creazioni, disegnando e cucendo a mano i loro abiti e vendendoli poi in meravigliose boutique, dove ogni donna che entrava rimaneva incantata a guardarle indosso ai manichini? Ecco, dimenticatele.

Ormai la tecnologia è entrata prepotentemente anche nel mondo del fashion e in pochi anni lo ha completamente rivoluzionato. Accanto a una solida tradizione artigianale ormai si fa sempre più strada la via dell’innovazione tecnologica e della customer experience digitale. E se all’inizio l’innovazione tecnologica ha riguardato i tessuti e gli strumenti di disegno, migliorandone prestazioni e tecniche, si è poi concentrata sulla diffusione mediatica dei prodotti di moda, sulla loro vendita e commercializzazione. Sono nati così i primi shop on line, diventati in breve tempo una realtà consolidata e ormai imprescindibile per  i vari brand.

Il mix moda-tecnologia è addirittura sbarcato su realtà virtuali come Second Life, dove è persino nato uno dei concorsi di moda e fashion più famosi della rete: Miss Virtual World.

La vera novità del momento, però, viene direttamente dal brand Pinko che ha tentato la strada dell’innovazione creando uno spazio in cui il cliente può sperimentare un’esperienza di acquisto totalmente diversa. Nasce così l’Hybrid Shop, inaugurato il 20 Settembre in Corso Venezia 5 a Milano.

Ma dimenticatevi la classica boutique: l’Hybrid Shop è  una specie di lungo corridoio in cui entrare come se fosse un museo, con la differenza che non ci si trova di fronte a  pareti con appesi dei quadri, bensì a muri traslucidi decorati da una pioggia di caratteri alla Matrix, mentre al centro campeggiano grandissimi schermi touch screen e un allestimento di manichini. Gli schermi digitali espandono lo spazio della boutique rendendo possibile l’esplorazione, attraverso immagini e rendering, dell’intera collezione per scoprire varianti, accessori, pezzi da abbinare, non necessariamente presenti in negozio, ma sempre disponibili nel magazzino centrale. Una volta scelti, i capi acquistati saranno recapitati in breve tempo direttamente a casa.

Sicuramente una bella rivoluzione!

Immagine

Immagine

Alcune immagini dell’Hybrid Shop. Per info: http://www.pinko.it


8 thoughts on “Le nuove frontiere del fashion: nasce l’Hybrid Shop

  1. non ne sapevo nulla!! divertente è come se facessi acqusiti virtuali , però devo dire la verità AMO uscire con le buste dai negozi ..meglio se sono tante 🙂 sono un pò antica !!!

    1. Hai ragione Mary, anche io sono un pò come te…vuoi mettere la soddisfazione di uscire dal negozio con gli acquisti tra le mani? 🙂 Ma penso sia anche un grande passo avanti tecnologicamente parlando…sicuramente ha i suoi vantaggi! Vedremo se avrà successo in Italia.

    1. Hi Alis, nice to meet you! 🙂 I’ll follow you of course, it’s a great blog, congratulations!…Thanks for your opinion about my blog…Keep in touch 😉 Kisses to you!

      Claudia

  2. Ciao Claudia.
    Sicuramente chi ne avrà occasione sarà attratto credo per curiosità, non saprei per comprare direttamente.
    Sarebbe, specie per i capi non presenti come comprare alla cieca, e sai gli Italiani siamo un pò San Tommaso!!!!
    E oltre a ciò amiamo uscire dal negozio con le buste piene e tornare a casa con le braccia che ci fanno male per il loro peso!!!
    🙂
    Non voglio essere pessimista, ma in questo paese a volte la novità proprio non piace al contrario di altri paesi europei o gli States!!!!
    Ciao…

    1. Ciao Rita! 🙂 Condivido in pieno il tuo pensiero, credo anche io che il buon vecchio shopping di stampo tradizionale sia, per noi italiani, sempre la migliore scelta. Però pensiamo anche allo shopping on line: all’inizio eravamo tutti un pò dubbiosi, ma adesso sembra funzionare più che bene. Come sempre, aspettiamo di vedere gli sviluppi. In ogni caso viva le buste cariche di acquisti!!! 😉 Kisses

      1. Come detto prima, non voglio essere pessimista, io compro molte cose on line, siti come ebay ad esempio, comodissimo e ti arriva direttamente a casa senza girare per i negozi e perdere tempo, ma se devo essere sincera non ho mai acquistato cose tipo scarpe o vestiti, i quali magari in foto possono sembrare bellissimi ma poi sono magari una delusione, ma anche xkè non si ha modo di poterli provare e a seconda dei modelli le misure potrebbero non essere esatte.
        Certo comprare un servizio da caffè on line non è comprare un vestito!!!!
        Mi rendo conto comunque che il futuro sarà questo, magari noi siamo un pò lontani, cosi come in futuro a scuola ci si andrà col tablet!!!!
        Cmq bella la tua pagina, anche quei disegnini in copertina.
        Complimenti!
        Kisses 😉

        1. Grazie mille Rita per aver condiviso il tuo punto di vista che, sono sicura, è quello di molti 🙂 E ancora di più grazie per i complimenti, li accetto davvero con grande piacere. Spero allora che continuerai a seguire il mio blog e a partecipare. Ti aspetto tra i miei followers 😉 E’ sempre bello sentire le opinioni di ognuno! Baci a te!

Rispondi