to top

La ragazza indossava Dior: l’Haute Couture diventa un fumetto


“Qualsiasi cosa facciate, per lavoro o per piacere, fatela con entusiasmo. Questo è il segreto della bellezza anche nella moda: non c’è bellezza che attragga senza vitalità” amava dire spesso Christian Dior, colui che alla fine degli anni ’40 traghettò la moda dal “prima” al “dopo”. Dopo di lui infatti, dal New Look in poi, la moda prese tutt’altra direzione, diventando quell’affascinante commistione di linee, tessuti e colori mirati ad enfatizzare le forme femminili e a renderle assolutamente affascinanti, mentre Dior divenne un nome che ancora oggi evoca stile, raffinatezza ed eleganza assolute, rese nella loro forma più pura.
Dopo il celebre Piccolo Dizionario della Moda”, in cui il famoso couturier francese elargiva consigli di stile senza tempo, affascinandoci con disegni e spiegazioni incredibilmente capaci di valicare i confini temporali per arrivare immutate e perfettamente intatte ai giorni nostri, ora è la volta di un’altra imperdibile perla di poesia stilistica.
Il 26 Settembre, infatti, è uscita “La ragazza indossava Dior”, una splendida graphic novel che racconta, attraverso la modalità del fumetto, i dieci anni che hanno cambiato per sempre la storia della moda, regalando al mondo il New Look e lo stile immutabile del suo creatore.

COVER-LA-RAGAZZA-INDOSSAVA-DIOR
Solo 10 anni, dal 1947 al 1957, anno della morte di Christian Dior. Solo 10 anni, eppure sufficienti a rivoluzionare per sempre il modo di concepire la moda con le sue gonne a corolla, i tessuti fluidi e preziosi, le sete, i broccati, lo shantung con cui il couturier realizzava gli abiti da gran sera e i suoi impeccabili tailleur, mentre sullo sfondo sbiadivano pian piano tutta la bruttezza e il grigiore della seconda Guerra Mondiale. Dior riempiva le passerelle con sogni di stoffa che evocavano la rinascita sociale ed economica, dava spazio alla sua fantasia ormai libera dalle costrizioni della moda dell’anteguerra, si divertiva a vestire le donne per renderle finalmente belle e femminili, regalando metri e metri di tessuto come simbolo di ricchezza ritrovata, mentre Marlene Dietrich, Rita Hayworth, Jean Cocteau e mille altri artisti della scena internazionale li guardavano estasiati sfilare di fronte ai loro occhi.
Tutto questo rivive ora nella immagini de “La ragazza indossava Dior”, firmate dalla grande classe della disegnatrice francese Anne Goetzinger che dà vita ad una storia che mescola realtà e finzione, poesia e storia del costume, vissute attraverso gli occhi di Clara Nohant che, da goffa aspirante giornalista, si trasforma in splendida modella e amica di Dior.

2

4

3

5

6

Una lettura che, insieme al racconto di un pezzo di storia della moda, regala a chi la legge un pò di quell’atmosfera magica di un tempo lontano in cui gli abiti significavano molto di più di quanto si potesse immaginare.

To translate the post, click your flag:

Vi è piaciuto questo post e volete rimanere sempre aggiornati sugli eventi e le altre fashion news? Seguitemi su FACEBOOK!

  • thefashionistile

    che bell’articolo claudia…. I tuoi post sono sempre ben fatti e ben scritti… c’è molto da imparare da te…. vorrei un tuo giudizio al mio nuovo post in collaboraione con lilly’s lifestyle… ti aspetto

    settembre 29, 2014 at 11:18 am Rispondi
    • BlondyWitch

      Ti rigrazio davvero tantissimo per i complimenti. Cerco nel mio piccolo di essere utile e quando succede non posso che esserne felice 🙂 Volo da te! 🙂

      settembre 29, 2014 at 11:25 am Rispondi
  • Luca

    Che bella notizia! Quasi quasi corro ad acquistarlo… A proposito: in libreria o in edicola? Baci! <3

    settembre 29, 2014 at 12:46 pm Rispondi
  • Bea

    Buongiorno Claudia, è sempre istruttivo leggerti!
    Grazie per il suggerimento di lettura, comprerò sicuramente questo libro!
    A presto, un abbraccio! ^_^

    settembre 30, 2014 at 8:59 am Rispondi
    • BlondyWitch

      Grazie a te per la tua dolcezza Bea! Un abbraccio <3

      ottobre 1, 2014 at 1:28 pm Rispondi
  • vestitini

    Che meraviglia questi disegni…

    settembre 30, 2014 at 8:12 pm Rispondi
    • BlondyWitch

      Molto belli vero, e poi la trovo una bella idea anche per avvicinare all’alta moda anche chi magari ha poca dimestichezza…le immagini si sa che sono più immediate di tanti libri! 😉

      ottobre 1, 2014 at 1:22 pm Rispondi
  • angeloiacopino

    Lo voglio! <3

    dicembre 10, 2014 at 7:23 pm Rispondi

Rispondi

BlondyWitch by Claudia Giordano - Moda e Tips di Fashion Marketing | © Copyright 2017 |
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: