“Sembra che io abbia questo terribile sguardo; devo confessare che non riesco mai a metterlo a riposo. Sotto quello sguardo, mi dicono, le donne si sentono spogliate. Hanno torto: mi accontento di rivestirle diversamente”.

Così parlava Dior, il famoso couturier francese, nelle sue memorie intitolate “Christian Dior et moi” risalenti al 1956: sicuramente una chicca per chi ama il celebre stilista e inventore del New Look, ovvero quella moda rivoluzionaria che portò scompiglio alla soglia degli anni ’50 trasformando gli abiti in creazioni che mettevano finalmente in risalto il corpo femminile.

Il debutto di Dior nel 1947

Immagine

Esempi di New Look

Immagine

Christian Dior tra le sue creazioni

Immagine

Ed ora, per chi è appassionato di moda e storia del costume, un’altra imperdibile opera storica, risalente al 1954 e finora rimasta inedita in Italia, frutto anch’essa del genio creativo di Christian Dior: è stato infatti pubblicato dalla casa editrice Ultra il “Piccolo dizionario della moda”.

Immagine

Il libro si presenta come un vero e proprio piccolo vademecum con tanto di lettere dell’alfabeto, proprio come un dizionario, sotto le quali vengono dispensate le perle di saggezza di uno dei più celebri couturier di tutti i tempi.

Immagine

Punto cardine di tutto è il Dior-pensiero, attualissimo nonostante sia stato scritto 50 anni fa: secondo lo stilista semplicità, buon gusto e cura dei dettagli sono i tre ingredienti fondamentali dello stile e consiglia, prima di acquistare un abito o un accessorio, di sapere prima di tutto ciò che ci si addice oppure no. Come dargli torto? Soprattutto quando aggiunge che una donna per vestirsi bene non ha bisogno di spendere chissà quali cifre e che è sufficiente avere buon gusto. Sembra un concetto banale, ma non lo è.

E tra i tanti consigli di moda che Dior scrive nel suo dizionario, dallo scegliere delle borsette semplici “perché sono le più eleganti” alla scelta del rosso per un tailleur energetico, il mio preferito rimane quello scritto sotto la lettera “V” di vitalità:

“Qualsiasi cosa facciate, per lavoro o per piacere, fatela con entusiasmo. Questo è il segreto della bellezza anche nella moda: non c’è bellezza che attragga senza vitalità”.

Un consiglio da applicare in ogni campo della vita.

Buona lettura fashion! 😉

To translate the post, click your flag:


4 thoughts on “La moda secondo Dior

Rispondi