Un “grazie” detto con il cuore, per le emozioni positive, i progetti, la gioia di vedere i propri abiti, le proprie creazioni apprezzate e amate in un Paese che non è il suo. Un grazie, detto in quella lingua che sa di profumi di Oriente e che suona tanto diverso seppur universale: da questo prende vita la collezione autunno/inverno 2014-2015 che Giada Curti Haute Couture presenterà il prossimo 12 luglio 2014 nella cornice del Westin Excelsior Rome, in occasione di AltaRoma AltaModa.

Immagine

Questa è la parola magica, il ringraziamento che fa da filo conduttore ad una collezione di ispirazione arabeggiante che pesca a piene mani dalle suggestioni lussuose e misteriose degli Emirati Arabi e in particolare di Dubai, città che ha accolto a braccia aperte Giada Curti e la sua haute couture raffinata ed innovativa, e a cui la stilista tributa la sua collezione.
Una modernità inedita irrompe nella collezione SHUKRAN: un mix di linguaggi e culture, un trionfo di strutture iperboliche e lievi rese uniche da applicazioni sartoriali, profilature brodées e tagli maestri dominati dalla purezza delle linee e dalla raffinata scelta dei tessuti come satin, mussole di seta, mikado, pizzo chantilly, macramè. Dieci abiti per questa capsule collection che anticipa la partecipazione di Giada Curti Haute Couture alla Dubai Fashion Week 2014 in autunno, dove sarà presentata l’intera collezione.

Giada Curti -Ph. Maria La Torre

Giada Curti

Uno degli abiti della collezione

Giada Curti Haute Couture collezione fall winter 14 15 Inshallah

Colori magici e delicati, rosa, bianco, ma anche l’acciaio dei grattacieli avveniristici e le sfumature tipiche del deserto: questi i colori che dominano la collezione SHUKRAN e che fanno da suggestiva cornice anche al Turbante, vero must-have dell’inverno firmato Giada Curti Haute Couture, con il suo design unico ed avvolgente. Mentre non mancherà un altro dei pezzi forti della stilista, ovvero la GBag, adattata nella versione invernale e realizzata in fettuccia di lana e incrostazioni di pietre, nastri di velluto e raso, e perle.
E in apertura di sfilata, le note della Zaghrouta, la particolare canzone matrimoniale cantata dalle donne arabe, accompagnerà l’ingresso dell’abito da sposa, una casacca minimal-chic ricoperta di cristalli che darà il via alla collezione…

Una collezione che sicuramente ci emozionerà ancora una volta.

To translate the post, click your flag: 


12 thoughts on “La collezione SHUKRAN di Giada Curti Haute Couture ad AltaRoma AltaModa

  1. Bellissimo resoconto: mi è semrato di essere lì, e di respirare queste melodie, questi aromi mediorientali… 😉 Non trovo il libro in ebook, uffa… 🙁

    1. Ti saprò dire dopo averla vista dal vivo sabato, ma secondo me sarà stupenda come sempre! 🙂 Mi spiace per l’e-book, è davvero difficile trovare questo tipo di testi in forme non ufficiali…Magari sai che potresti fare un giro in qualche biblioteca anche…e chiedere di testi sulla moda.

      1. In realtà l’avevo trovato, poi non l’ho più visto il giorno dopo… resto in attesa! 😉 Altrimenti chiederò… Anche se essendo un ambiente che voglio abbracciare vorrei tenerlo… 🙂

Rispondi