to top

Il ragazzo del Piper: da Mad Zone si celebra la minigonna…da uomo!


La minigonna ha compiuto quest’anno ben mezzo secolo: 50 anni di moda e non sentirli.
Gli appassionati di moda sanno che ci sono tanti capi di abbigliamento divenuti simboli di intere generazioni, che ne hanno accompagnato lo sviluppo delle ideologie e che hanno incarnato stili di vita, lotte sociali e conflitti generazionali. Ci sono abiti divenuti quasi delle uniformi, basti pensare all’abbigliamento adottato dai Mod’s degli anni ’60 piuttosto che dai Punk anni ’70, dai Cyberpunk anni ’80, dai Clubbers o dai Paninari anni ‘80-‘90 e via dicendo. Abiti che identificavano gli ideali di quelle subculture urbane, diventando la loro bandiera stilistica, e tra i capi d’abbigliamento che hanno cambiato la storia della moda, di chi l’ha fatta e di chi l’ha indossata, un posto d’onore va riservato senza dubbio proprio alla minigonna.

Ma se la minigonna ha incarnato per molto tempo l’ideale di emancipazione femminile, cosa sarebbe accaduto se la gonna l’avesse indossata un uomo?

È quello che si sono chieste le titolari di Mad Zone – Anna Mastropietro e Tania Mazzoleni – che insieme a Emilio Sturla Furnò hanno pensato a un particolare omaggio da dedicare proprio a questo capo di abbigliamento tra i più chiacchierati della storia della moda.

Dieci splendidi indossatori dell’Agenzia Alpa Model, in collaborazione con Romeo&Juliet, interpreteranno domani sera negli eleganti spazi di Mad Zone la versione 2015 della minigonna in occasione di un originale happening ispirato agli Anni ’60. A realizzare le loro minigonne da uomo saranno dieci giovanissimi fashion designer: Praio, Donas, Jacopo Teodori, Catalin Nastrut, InVitro, Federico di Leo, Sabrina Attiani, Luca Zingaretti, Futurismo by Valentina Livan e Maya de Roo, la flower Designer che presenta il “Nuovo Adamo”.

“L’idea – spiegano gli organizzatori – “è venuta pensando all’anniversario di questo rivoluzionario capo che in Italia ebbe il suo trionfo negli anni d’oro del Piper. Abbiamo pensato di coinvolgere giovani fashion designer invitandoli a creare una minigonna dedicata a Lui, considerata la presenza nelle passerelle di tutto il mondo di capi solitamente creati per il sesso femminile che entrano prepotentemente nell’armadio maschile. Così la minigonna può, a nostro avviso, essere rivisitata per lui quale omaggio a un capo che ha fatto la storia della moda del secolo scorso. Il tutto però – garantiscono Anna e Tanianon avrà proprio nulla di femminile… anzi, vi stupirete…!

Inoltre, nel corso della serata, gli ospiti potranno assistere non solo ad una performance statica dedicata alla minigonna, ma anche ad una proiezione con story telling della durata di circa dieci minuti che racconta la nascita del Piper e del suo alter ego l’Ufo Club, inaugurato con la musica live dei Pink Floyd grazie a La Dolce Vita Gallery. Per rievocare quello storico concerto, nei camerini di Mad Zone è prevista la proiezione della serata dei Pink Floyd.

Al progetto hanno contribuito anche Made Bakery, che ha ideato particolari meringhe a forma di minigonna, Casale del Giglio, Stratosfera con le sue preziose borse con applicazioni in Marmo di Carrara, Lamù con i suoi originali accessori e Bartorelli Art of Hair.

Dunque save the date: martedì 31 marzo dalle ore 18.30 alle 21.30 da Mad Zone – via Palermo 34/b Roma


Rispondi

BlondyWitch by Claudia Giordano - Moda e Tips di Fashion Marketing | © Copyright 2017 |
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: