Oggi vorrei raccontarvi una storia, una storia diversa dalle altre, che parla di un’idea e di chi ci ha creduto.
E’ la storia di Together, di Ernesto Cinquenove e dei suoi amici Dario e Francesco, di ragazzi che hanno lavorato insieme per dare forma a quell’idea un pò pazza che avevano, realizzando una cosa che prima non c’era.
E c’è sempre qualcosa di magico quando, dal nulla, si trasforma un progetto fino ad allora solo pensato in qualcosa di concreto e che per di più coinvolge tante altre persone. Almeno tutte quelle che ogni giorno contribuiscono a migliorare il progetto e a farlo crescere, attraverso il loro supporto e la loro partecipazione. E che sono tante.
Forse molti di voi che stanno leggendo ancora non conoscono il Together ed è per questo che oggi voglio parlarvene. Perché il Together ha compiuto un anno, il suo primo anno di vita. E per l’occasione è stata organizzata una grande festa nella Mansion – come i fondatori del progetto hanno ribattezzato la sede principale per distinguerla dalla seconda sede, il Garden, nato pochi mesi fa.
Una festa che ha visto protagonisti tutti, perché il Together è di tutti. Ma per capire come questo sia possibile devo prima spiegarvi che cos’è e per farlo uso le parole dei suoi fondatori, che sicuramente meglio di me possono spiegarvi il progetto.

Il Together è un cross inspirational place, una community house che valorizza la conoscenza reciproca e le collaborazioni. E’ un living space incentrato sulla cultura, dove le varie comunità provenienti da tutto il mondo si incontrano per dar vita ad un network internazionale di professionisti e spiriti creativi che operano in diversi campi dell’arte, dell’innovazione, dei media e delle comunicazioni. La casa dà vita così ad una combinazione di persone che vi risiedono a breve e lungo termine, che lavorano insieme a vari progetti, workshop, eventi, scambiandosi reciprocamente cultura e conoscenza. Ed è ovviamente un’associazione no-profit.
Questa realtà così innovativa non si trova chissà in quale posto lontano, bensì nel cuore di Roma, ed è questo uno dei motivi del successo del Together: è qui. E prima che Ernesto e gli altri lo fondassero, non esisteva. Non esiste un altro posto simile, perlomeno non a Roma. Il Together non è solo un cross inspirational place that feels like home (che ti fa sentire come a casa, letteralmente)…E’ l’unico cross inspirational place.
Per questo il suo primo anno ha qualcosa di eccezionale, perché vuol dire che il progetto funziona, piace e coinvolge sempre più persone attraverso eventi ed iniziative sempre nuove e interessanti: dai corsi di lingua inglese a quello di yoga, dai workshop di video editing a quelli di photoshop, fino ai tour notturni alla scoperta di Roma, il Together ha sempre qualcosa di utile e divertente da proporre ai suoi partecipanti.

Così il suo primo compleanno è stata una festa collettiva, dove tutti hanno festeggiato ritrovandosi in una comunità giovane e divertente, ricca di stimoli creativi e persone accomunate dalla voglia di interagire con gli altri in uno scambio reciproco.
Per la sua festa il team di Together ha invitato tantissime persone, amici vecchi e nuovi che in questo primo anno hanno accompagnato per mano la casa con il loro supporto, le loro idee, la loro partecipazione attiva o anche solo seguendo con entusiasmo le vicende che venivano raccontate di volta in volta da Ernesto, narratore ufficiale del Together, sul sito e sui vari canali social.
I festeggiamenti che si sono svolti Domenica scorsa, in quel di Viale Glorioso 14, residenza ufficiale del Together, hanno visto la partecipazioni anche di youtubers famosi, nonché di artisti come Edo Sparks e Federico Baroni (alias Cavallo Pazzo) che hanno allietato la serata con la loro musica live, insieme a Martina & Joshua, mentre l’artista Matias Dosde dava vita a meraviglie estemporanee realizzate con la tavoletta grafica, piccoli capolavori di magia digitale. Presenti anche le esposizioni di alcuni artisti come i designers Gabriele Mannarino e Martoz e la fotografa Alessandra Kylin.
E tra loro, per dare il mio personale contributo, c’ero anche io con i miei bozzetti che, per l’occasione, sono stati installati su una delle pareti più belle del Together. Moltissimi gli amici che sono venuti a vederli dandomi il loro affettuoso supporto e che ringrazio tutti di cuore (compreso Stefano, blogger di Radical Cheap che è passato a trovarmi) lasciando che siano le immagini a parlare.

La locandina dell’evento

1622832_1590157527878737_2873992651585455783_n

E le immagini della serata – l’ingresso del Together

1959551_10204171599664581_8372370073656884815_n

La lavagna, un pò il simbolo delle attività di questo anno…Cancellata per l’occasione: un nuovo anno inizia!

1526431_10204171606944763_4780737460846762929_n

La mia esposizione (altre opere le trovate qui sul blog, sezione Portfolio)

10426546_10204171608624805_3168124320598780231_n

10410311_10204171621385124_89543481240160749_n

10629605_10204171608024790_7569838048201033632_n

Insieme ad Ernesto59, uno dei fondatori del Together, nonchè vecchio amico 🙂

10153918_10204171613064916_598571211224324602_n

Un bel #DREAMY mentre il mio amico stilista Raffaele Stoico contempla i bozzetti ci sta sempre bene…

10157395_10204171616064991_4744825414282272671_n

Insieme a Maria, creatrice di CityMurmur, e Martina

1507172_10204418505056312_4567407529908843631_n

Con la mia amica-socia Federica Bernardini, co-fondatrice insieme a David Cirese di StyleBook

10399990_10204171626785259_1502128913148258727_n

La Musa della casa – murales dedicato “alle cose che non sono ancora successe e alle persone che le sognano”

10410148_10204171609264821_2498884553415226248_n

Il tavolo “social”

10394619_10204171607504777_8819427362212123776_n

Mr. Minimal – la creatura del designer Gabriele Mannarino

10429811_10204171626225245_7006692934969353918_n

Le opere fotografiche di Alessandra Kylin

10394569_10204171618625055_4467415221644288907_n

E altre immagini random del concerto live con Martina & Joshua, Edo Sparks e Federico Baroni

10170750_10204171611824885_9079828923653242807_n

1513739_10204171619465076_5335187951815988821_n

1466106_10204171613584929_4166989875831230591_n

10409172_10204171611264871_7536580076226321655_n

1424389_10204171632905412_661477308780713917_n

Una delle opere realizzate live da Matias Dosde. Incantevole

10174881_10204171628825310_841414365778298248_n

Inutile dire che sono stata molto felice di aver partecipato ad un evento così importante, che sanciva un momento fondamentale della vita di quel progetto che ho seguito fin dall’inizio con curiosità e ammirazione. Un progetto che è nato e cresciuto pian piano e che è l’esempio lampante di come, quando si ha un a buona idea e la giusta dose di coraggio, passione e capacità, la si possa realizzare con successo.
Questa storia dunque non ha un finale, perché ovviamente auguriamo al Together di festeggiare altri 100 di questi compleanni e con sempre maggiori soddisfazioni, ma ha sotto certi punti di vista una morale: se credete in un’idea, se ci credete fino in fondo, lavorateci incessantemente con passione e impegno. Perché per quanto difficile possa sembrare, se ci credete davvero prima o poi si realizzerà.

Dunque ancora Happy Birthday Together! 🙂

E per chi volesse conoscerlo meglio trovate tutte le info su: Together e su Together Fb Page

To translate the post, click your flag:

Vi è piaciuto questo post e volete rimanere sempre aggiornati sugli eventi e le altre fashion news? Seguitemi su FACEBOOK

6 thoughts on “Happy B-Day Together with BlondyWitch Expo

  1. Ciao carissima!! Con un attimo di tempo vado a sbirciare bene il progetto Together! Mi sembra molto interessante! Sarebbe bello organizzare qualcosa di simile anche qui a Torino! 😉
    Complimenti per i tuoi bozzetti! !!
    Baci!!!

    1. Grazie mille Zaira ♡ devi assolutamente dare un’occhiata, ti piacerà 🙂 Chissà magari prima o poi verranno create delle succursali! 😉

Rispondi