to top

Gonne a ruota, il ritorno: come indossarle in versione 2016


Gonne a ruota: i modelli più belli per la stagione primaverile

 

C’erano una volta le gonna a ruota. Erano anni felici, gli anni del boom economico, ma noi non li abbiamo vissuti, troppo in là nel tempo. Eppure ci sono rimasti impressi grazie ai film di una volta, quelli in cui splendidi abiti con ampie gonne a ruota venivano indossati dalle attrici di un tempo come Audrey Hepburn, Grace Kelly e tante altre.

Dovremmo dire grazie a Christian Dior che le ha inventate, o meglio, le ha illuminate con le luci della ribalta, perché è stato il primo a proporre ampie gonne a ruota che impiegavano metri di stoffa in tempi, come quelli del secondo dopoguerra, in cui i metri di stoffa erano come l’oro.

Dopo l’austerità, l’opulenza.

“La moda è un balletto, è lo spruzzo d’acqua nel parco, l’orchestra più sublime dell’eleganza intuitiva…”
(Christian Dior)

Nasceva così il New Look, di cui quelle gonne a corolla che stringevano la vita rendendo subito le donne più femminili ne erano il baluardo: una moda finalmente che non sacrificava più le forme, come durante il periodo precedente in cui bisognava risparmiare su tutto, soprattutto sulla stoffa, e in cui le donne dovevano essere vestite in maniera pratica per sostituire sul lavoro gli uomini che erano al fronte.

Cenni storici a parte, le gonne a ruota hanno sempre avuto il loro fascino, non c’è che dire: sono sempre state sinonimo di classe ed eleganza e per anni hanno anche risolto il problemuccio del dover scoprire le gambe anche quando non erano propriamente perfette. Bastava una gonna a ruota che arrivava almeno fino al ginocchio, una camicetta e tutto filava liscio.

Oggi le gonne a ruota sono tutt’altro che sorpassate e sono più che mai di moda: tutti gli stilisti le hanno infatti riproposte in tante varianti, ma se negli anni scorsi difficilmente la lunghezza oltrepassava la linea di confine del ginocchio (più lunga sì, più corta quasi mai), nella primavera 2016 le gonne a ruota cambiano look e si accorciano diventando più maliziose, ma senza perdere un grammo di eleganza.

Da Pinterest

gonna a ruota pinterest1

gonna a ruota pinterest2

 

Chiaramente resistono benissimo anche i modelli di gonne a ruota più classici, quelli per intenderci che si allungano dal ginocchio in giù, ma cambia anche il modo di accostarle nella creazione dell’outfit. Da emblema del bon ton, accostate a maglie e camicette per bene, le gonne a ruota hanno avuto un periodo in cui si sono trasformate diventando rock, magari in tulle e accostate al classico chiodo.
Ora ritornano con una veste casual e decisamente nuova: stampate, in colori sgargianti, plissettate o finemente decorate, le gonne a ruota diventano protagoniste del look e richiedono un attento abbinamento con gli accessori per non sbagliare stile.

Dalle passerelle – da sinistra: Alberta Ferretti, Daizy Shely e Desigual

gonna a ruota1

Da sinistra: Andrew GN, Antonio Marras e Byblos

gonna a ruota2

Da sinistra: modelli di Stella Jean

Gonna-a-ruota-3

Da sinistra: Dries Van Noten, Etro e Holly Fulton

gonna a ruota4

Da sinistra: Duro Olowu, Elisabetta Franchi e Moschino

gonna a ruota5

Da sinistra: San Andres, Stella Jean e Vivetta

gonna a ruota6

E che dire delle splendide gonne a ruota della collezione “Sophia ieri, oggi e domani” di Giada Curti?

Giada-Curti-ss15

1779808_10206304715845576_3060398204336896812_n

Gonne a ruota: come abbinarle al meglio

 

Sicuramente va fatta una premessa sulla lunghezza: più si è piccoline più andranno bene le gonne a ruota più corte, più si è alte e più ci si può sbizzarrire concedendosi anche i modelli rasoterra. Occorre dire poi che la scelta del colore/stampa va sempre studiato con gli accessori: con una gonna a ruota semplice, magari monocolore, si possono creare varianti con il pezzo di sopra e con scarpe e borsa in colori a contrasto o super decorate (a proposito avete già visto la mia selezione sulle borse più belle della primavera 2016? Le trovate qui –> BORSE SPRING 2016) Viceversa, se la gonna a ruota è di quelle importanti e catch-eye, magari perché ha una stampa che si fa notare, allora meglio tenere un low profile su tutto il resto.

Quest’anno poi, oltre a decoltè e sandali (anche rasoterra per le più alte), le gonne a ruota si trasformano in capo sporty grazie all’accostamento con le sneakers. Se siete delle sportive, amerete questa tipolgia di outfit!

Alcuni esempi di gonne a ruota nello streetstyle

street1

street2

street3

 

E voi che ne pensate? Ne indosserete qualcuna questa primavera? 🙂


Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: