‘Grazia’ e la fashion influencer Chiara Ferragni insieme per la mostra “You – The digital fashion revolution”

 

Se dall’altra parte dell’Oceano si è scatenata una guerra senza esclusioni di colpi contro l’esercito delle fashion blogger (e fashion influencer dell’ultima ora) da parte di Vogue Us e marchi del lusso come Neiman Marcus, da quest’altra parte della barricata, ovvero nella nostra bella Italia, sembra proprio che le cose vadano diversamente.

Apre oggi infatti la mostra organizzata da Grazia, noto magazine del gruppo Mondadori, in collaborazione con – nientepopòdimenochè – Chiara Ferragni, fashion influencer e fondatrice dell’ormai ultra conosciuto The Blonde Salad.

Con il patrocinio del Comune di Milano, Silvia Grilli – direttrice di Grazia – insieme alla “bionda insalata” diventata ormai un’icona digitale e non, inaugura oggi al Palazzo della Triennale la mostra “You –  The digital fashion revolution”.

ferragni-e-grilli

Mai titolo fu più azzeccato e lungimirante. E forse, è lecito pensarlo, “furbo” visto che va ad affrontare un argomento quanto mai di scottante attualità.

Di cosa parlerà infatti la mostra che resterà aperta fino al prossimo 13 ottobre? (E’ a ingresso libero, quindi se siete a Milano andate a dare un’occhiatina)

Ma di rivoluzione digitale in campo fashion ovviamente!

Per la prima volta una mostra affronta il tema della rivoluzione attuata dai protagonisti del digitale, dai web fashion influencer e dai blogger nel campo della comunicazione, della moda, del lusso e della fotografia.

Non male no?

cover-you-desktop-1200x425

Finora eravamo sempre stati abituati a mostre dedicate ai grandi nomi della moda e della fotografia, a retrospettive dedicate a grandi icone, ad eventi che puntavano i riflettori sulla storia, l’evoluzione e le opere di un artista piuttosto che di un altro.

Ora, mi viene da dire “finalmente”, qualcuno ha deciso di mettere in luce anche questo nuovo fenomeno (che ormai tanto nuovo più non è), dandogli una dignità decisamente inedita.

Dedicare una mostra all’influenza esercitata dal nuovo popolo digitale nel mondo della comunicazione e della moda, oltre che della fotografia e del lusso, significa ammettere che questi fashion blogger e questi fashion influencer tanto bistrattati in fondo hanno davvero rivoluzionato il mondo della moda.

E lo stanno tutt’ora rivoluzionando.

Significa ammettere che ci sono radici profonde alla base del fenomeno, che vanno al di là del mero selfie con la bocca a culo di gallina e le scarpe Chanel o la borsa Gucci,

che la capacità di muovere le masse quanto e più di un redazionale su Vogue, non è solo una moda passeggera, ma va configurandosi come fenomeno di costume caratteristico di questo preciso periodo storico.

web-influencers-500x375

“You – The digital fashion evolution” racconta infatti tutto il periodo che intercorre dalla nascita dello street style photography, diffusosi alla fine del ventesimo secolo (quindi molto prima che fashion blogger più o meno svampite si facessero fotografare con outfit improbabili lungo le vie della moda milanesi o londinesi) fino alla consacrazione dei digital influencer. Con la collaborazione tra l’altro di Tiffany&Co che, per l’occasione, si è ritagliato uno spazio interamente dedicato con tanto di photowall con background a tema.

fashion influencer chiara ferragni

L’obiettivo finale è ovviamente capire da dove siamo partiti e dove andremo, cosa assolutamente non facile perchè nel mondo del digitale, dove tutto corre alla velocità della luce, è quasi impensabile fare proiezioni future.

Non è possibile pensare cosa accadrà da qui a 5 anni, per dire, anche se statisticamente il fenomeno delle fashion blogger e fashion influencer è destinato a rientrare, se non altro perchè ogni fenomeno segue un ciclo di vita che, dopo una fase di nascita, crescita e raggiungimento del suo massimo, tende a calare inevitabilmente fino a scomparire.

Questo è il destino di ogni “prodotto” esistente sul mercato, lo sarà anche del fenomeno dei fashion influencer?

Chissà.

Il motivo per cui Grazia abbia scelto Chiara Ferragni per lanciare un evento del genere invece si intuisce facilmente: chi meglio della Ferragni incarna la figura della fashion blogger prima, fashion influencer ed icona poi, che ce l’ha fatta?

Nessuna, meglio di lei, può incarnare il prototipo di quella che ha saputo trasformarsi, evolvendo e seguendo esattamente le esigenze di mercato e, in un certo senso, crescendo insieme ad esse.

fashion influencer la mostra a milano

La cosa che rende particolare la mostra è poi questa decisione di creare dei percorsi interattivi e dei workshop dove poter assistere (ed apprendere) i segreti del mestiere.

Ecco, questa cosa sinceramente la trovo un po’ “ruffiana”.

Mi spiego meglio.

La mostra ha indubbiamente il suo perchè e mi piace l’idea di dedicare finalmente un evento alla scoperta di come la moda stia cambiando pelle grazie alla rivoluzione digitale, ma far credere che quelli delle fashion blogger come Chiara Ferragni siano modelli facilmente replicabili è un’utopia.

Un’utopia alla quale però molte giovani che aprono un blog di moda dalla sera alla mattina credono. Perchè convinte che “se ce l’ha fatta lei che non era nessuno, posso anch’io”.

In parte è vero, perchè non si può mai mettere limite alla provvidenza, ma non è replicandone il modello che è possibile copiarne la carriera ed il successo.

Semplicemente perchè la Ferragni ha goduto di quello che in economia viene chiamato “Il vantaggio del pioniere”.

Tradotto: chi prima arriva meglio alloggia.

Nel senso che chi per primo colma una lacuna di mercato con il proprio prodotto, gode di un vantaggio su tutti gli altri che arriveranno dopo. Specie se il prodotto lanciato per primo continua ad avere dei vantaggi rispetto a tutti gli altri e continua ad offrire al pubblico (ormai peraltro affezionato) quel quid in più che lo porta ad essere sempre un passo in avanti.

Che è esattamente quello che accade a Chiara Ferragni che ormai è blogger, modella, testimonial, designer, scrittrice…praticamente una imprenditrice.

the-blonde-salad-ferragni

chiara-ferragni-minusey-dress

the-blonde-salad

Stefano De Grandis/lapresseMilano 8/04/2014evento italia indipendent per salone del mobile, milan design weeknella foto: Mirko Fontana, Chiara Ferragni e Diego MArquez

the-blod-salad-4

the-blond-salad-3

Comunque, andando su sito di grazia.it è anche possibile iscriversi ai vari workshop organizzati in questi giorni.

Tra questi troviamo titoli come:

  • Scatta, Ritocca e Condividi con iPhone
  • Creatività e Produttività con iPad
  • Sfrutta al meglio le tue foto, messaggi e altro ancora su Mac

Praticamente ragazzi se non siete delle succursali della Apple, mi spiace, ma questo lavoro non fa per voi 😉

 

 


3 thoughts on “Fashion Influencer alla riscossa: ‘Grazia’ gli dedica una mostra (con Chiara Ferragni)

Rispondi