to top

Fashion Connection Lounge – Designers vs Bloggers: Il Diario

fashion connection lounge il diario

Fashion Connection Lounge by Stylebook: designers e bloggers a confronto

 

Ci ho messo un po’…

ma eccomi finalmente a raccontarvi, come vi avevo promesso, cos’abbiamo combinato sabato 23 luglio in occasione della nuova edizione del Fashion Connection Lounge.

Per chi ancora non sapesse di cosa si tratta, il Fashion Connection Lounge è un evento organizzato da Stylebook, associazione dedicata al mondo della moda a 360°, che si è tenuto una decina di giorni fa e a cui hanno preso parte ben 9 designers e 6 bloggers d’eccezione.

Non un evento qualunque dunque, bensì una sfilata collettiva impreziosita dalle interviste che noi bloggers abbiamo fatto a ciascun stilista al termine del loro defilè.

Un modo per conoscere meglio il mondo dei designers emergenti, scoprire il loro talento, i loro sogni, il loro percorso, ciò che li ha portati fino al punto in cui sono, i progetti che hanno per il futuro e tutta la loro passione.

Passione che era evidente fin dalle prime domande…

Perchè essere stilisti non è cosa facile e sono davvero poche le occasioni a disposizione dei designers emergenti per farsi conoscere. Ecco dunque che, in quest’ottica, l’evento organizzato da Stylebook è stata un’ottima occasione per i 9 designers che hanno partecipato con le loro creazioni di farsi conoscere e farsi scoprire.

Quando Federica Bernardini e David Cirese, anime creative di Stylebook, mi hanno proposto di partecipare a quest’evento come coordinatrice delle bloggers, ne sono stata più che felice.

Certo, io non ho mai avuto grande dimestichezza con il microfono, sono piuttosto timida in queste occasioni…ma quando il lavoro (e la moda) chiamano, come fare a resistere? 🙂

Perchè sapete, queste cose mi piacciono un sacco.

Mi piacciono i momenti di confronto e la scoperta di nuovi talenti. Amare la moda significa anche questo:

conoscere i meccanismi che vi sono dietro, quel backstage fatto di emozioni e difficoltà, che alla fine ripaga sempre.

Ma veniamo all’evento, sennò che diario di bordo eh! 😉

Fashion Connection Lounge – Il diario di bordo di una fashion blogger (microfonata)

Arrivata all’Os Club (location della serata) con abbondante anticipo, ho subito trovato le mie colleghe, volute personalmente per quest’evento in quanto le stimo molto, al di là dell’amicizia che si è creata.

Qui in foto potete vedermi con Francesca Laragione, Laura Limone e Mariateresa Castelluccio.

13754247_10208354878843946_6681678263152431434_n

Ma vediamo tutte le bloggers partecipanti.

Francesca Laragione del blog The Realm of Fashion

blogger_francesca_DSC0164

Laura Limone di L’allure

blogger_laura_DSC0168

Mariateresa Castelluccio di Moodychicas

blogger_mariateresa_DSC0171

Michaela Abati di Michaela Abati Fashion Blog

blogger_michaela_DSC0162

e Lucrezia Fausti di Love&Studs

blogger_lucrezia_DSC0030

e ovviamente ecco la sottoscritta 🙂

blogger_claudia_DSC0383

13781732_10208354886644141_8275811273048686280_n


E così è iniziata la serata: un red carpet nel bel mezzo del giardino, il pubblico in attesa della sfilata, gli stilisti in fibrillazione nel backstage e noi pronte a sferrare le nostre domande 🙂

Ed ecco gli stilisti che hanno partecipato.

Emanuela Forte

Dopo gli studi all’Accademia Altieri, Emanuela ha lavorato in sartorie artigianali e al Teatro dell’Opera sperimentando materiali e tecniche. Ci ha raccontato di curare personalmente ogni fase del processo creativo, dallo studio del progetto, al disegno, ai materiali, fino alla realizzazione finale. I suoi abiti sono pezzi unici caratterizzati dall’attenzione per i dettagli, le lavorazioni e i ricami, e per l’armonia delle forme, con scollature e tagli sensuali che esaltano la femminilità. Gli abiti di Emanuela si rivolgono a giovani donne emancipate, realizzate, dinamiche, che fanno innamorare per il loro carisma.

Di lei mi ha colpito la determinazione, la sicurezza nel conoscere bene quale sia il ruolo dello stilista in tutto il processo creativo e l’eleganza delle sue creazioni, decisamente volte a enfatizzare la bellezza femminile.

d1_emanuela_DSC0076

d1_emanuela1_DSC0072

d1_emanuela2_DSC0078

d1_emanuela3_DSC0088

d1_emanuela_DSC0094

Lucilla Ferretti (Drusilla)

Lucilla (in arte Drusilla) è una giovane stilista romana che ha scoperto la passione per il disegno di abiti dall’età di 6 anni. Un’autodidatta che ama i colori forti e gli accostamenti più arditi, appassionata di arte e di viaggi. Per le sue creazioni Lucilla ha utilizzato stoffe africane ispirandosi alla fusione di culture diverse, come quella dell’Africa, del Giappone e della Cina.

Cosa mi ha colpito di lei? Che ha saputo andare contro tutto e tutti per realizzare il suo sogno . E anche solo per questo touchè. Volete ascoltare cosa ci ha detto? Guardate questo video.

d2_drusilla_DSC0249

d2_drusilla1_DSC0226

d2_drusilla2_DSC0232

d2_drusilla3_DSC0245

d2_drusilla_DSC0252

Hilda Falati (Hilda Falati Couture)

Stilista rumena con il cuore italiano, Hilda ha frequentato l’Accademia del Lusso di Roma studiando tutto ciò che riguarda la moda: disegno, modellistica e moulage, ricami, sviluppando un forte senso personale di stile. E’ proprio in occasione della sfilata Silent Revolution che ho avuto modo di conoscerla e apprezzarla.

I suoi abiti hanno un’allure pazzesca, mi ricordano i capi anni ’50 che indossavano le divine della Hollywood sul Tevere…

Hilda ha lanciato il suo brand Hilda Falati Couture nella primavera del 2016 e ha presentato al Fashion Connection Lounge la collezione Romantica, fatta di capi dai diversi tagli, con una varietà di colori neutri che vanno dal quarzo rosa, al nudo, al beige e al bianco. Adorabile.

d3_hilda_DSC0270

d3_hilda1_DSC0267

d3_hilda3_DSC0284

d3_hilda_DSC0292

Marina Margaryan

Di origini armene, Marina vive in Italia da dieci anni e ha studiato all’Accademia del Lusso di Treviso. La sua collezione è fatta di silhouette pulite, mai eccessive; di equilibrio tra forme scultoree e morbidezza dei materiali, con sovrapposizioni che donano ai capi un appeal dinamico e tridimensionale, sottolineando la figura, per una donna elegante, forte e glam.

Anche Marina ho avuto il piacere di conoscerla durante la sfilata Silent Revolution dell’Accademia del Lusso di Roma.

Fantastica, poco da aggiungere, perchè Marina sa coniugare l’alta moda e l’architettura in maniera eccelsa. I suoi abiti lineari e un po’ futuristici mi hanno ricordato il genio di Gareth Pugh in una delle sue sfilate total white.

d4_marina_DSC0191

d4_marina1_DSC0178

d4_marina2_DSC0187

d4_marina3_DSC0198

Federico Mameli (Federico Mameli Haute Couture)

Laureato in Fashion Design presso il NABA, Federico ha realizzato la sua prima collezione Haute Couture ispirandosi alla sua città, Venezia. Progetta e realizza abiti couture, accessori in vetro di Murano e stampe su commissione per clientela privata: il suo stile è molto elegante, ricco di dettagli sofisticati, dedicato a una donna di classe, sempre perfetta in tutte le occasioni.

Di Federico mi ha colpito l’estrema eleganza dei suoi capi, abiti che sembrano evergreen, attuali oggi come fra 100 anni. Anche la qualità dei materiali mi ha lasciata piacevolmente sorpresa. Davvero bravo.

d5_federico_DSC0126

d5_federico1_DSC0124

d5_federico2_DSC0133

d5_federico3_DSC0138

d5_federico_DSC0146

Pinda Kida

Stilista maliana, Pinda vive e lavora a Roma. Al Fashion Connection Lounge ha presentato la collezione donna P.Key, fatta di colori e tessuti del Continente Nero. Pinda ha improntato la sua creatività sulla contaminazione dei colori della sua Africa con i tagli e lo stile occidentali, con tessuti rigorosamente etnici, peculiari per la loro consistenza ultra leggera, come il Bogolan e il Basiae.

Di lei mi ha colpito la spontaneità e il modo gioioso di parlare delle sue ispirazioni, della sua Terra e del suo lavoro.

d6_pinda_DSC0045

d6_pinda1_DSC0035

d6_pinda2_DSC0041

d6_pinda3_DSC0048

d6_pinda_DSC0054

Erica Iodice (Naïve by Erica Iodice)

Naïve by Erica Iodice è un brand prêt-a-porter pervaso da uno spirito giovane e grintoso, ma al tempo stesso elegante e molto curato nei dettagli. Erica si è innamorata della moda quando, da bambina, dava una mano nel negozio di abbigliamento della madre. Dopo aver conseguito due diplomi all’Istituto di Moda Burgo, è diventata stilista e modellista sartoriale: i suoi abiti si rivolgono alle donne forti e indipendenti, che vogliono esprimere al massimo la loro femminilità e sensualità.

Raffinatezza minimal, Erica mi è piaciuta per la capacità di focalizzarsi sui dettagli: una spallina gioiello, un taglio al laser, un tessuto particolare.

d7_naive_DSC0017

d7_naive2_DSC0013

d7_naive1_DSC0011

d7_naive3_DSC0019

d7_naive_DSC0022

Tiziana Giovaruscio (Dadiva jewels)

Dadiva Jewels è la linea di gioielli e accessori artigianali creati da Tiziana Giovaruscio, realizzati con le antiche tecniche di tessitura e ricamo di perline Peyote ed Embroidery. Tiziana ama giocare con le forme e i colori, con perle e perline di diversi materiali, come le bellissime e minuscole perline di vetro giapponesi,  per esprimere la sua creatività e fantasia, in continuo movimento ed evoluzione.

I suoi sono gioielli che parlano da sè: ricercati, belli da vedere e da indossare, capaci di impreziosire qualunque outfit. Mi è piaciuta molto.

d8_dadiva1_DSC0304

d8_dadiva2_DSC0307

d8_dadiva2_DSC0308

d8_dadiva3_DSC0310

d8_dadiva_DSC0320

Raffaele Stoico (Stoico Atelier)

Raffaele collabora con StyleBook dalla nascita del social network e sempre con StyleBook ha già presentato i suoi abiti Haute Couture alla sfilata FUN. Fashion Underground Night e alla prima edizione del Fashion Connection Lounge. Colori esagerati, linee opulenti, abiti in bilico tra l’alta moda e il glam rock; sexy e seducente è la donna che veste Stoico Atelier.

Adoro Raffaele e le sue creazioni: l’ho conosciuto nella prima edizione del Fashion Connection Lounge e da allora siamo sempre rimasti amici. Ho anche avuto il piacere di intervistarlo dopo il suo trionfo ad Oltremoda…Potete leggerle l’intervista QUI.

d9_stoico_DSC0366

d9_stoico1_DSC0335

d9_stoico2_DSC0350

d9_stoico3_DSC0363

d9_stoico4_DSC0367

Il momento delle domande è stato emozionante, anche se abbiamo avuto qualche problemino con il microfono.

Infatti se mai vi veniste in mente di andare a fare un evento del genere all’Os Club, vi consiglio di portarvi i mircofoni di scorta da casa 😀

Il momento delle interviste…

bloggers_DSC0152

Emanuela Forte

interv_emanuela_DSC0108

Pinda Kida

interv_pinda_DSC0056

Drusilla

interv_drusilla_DSC0258

Erica Iodice

interv_naive_DSC0024

bloggers_DSC0257

Hilda Falati

interv_hilda_DSC0295

Marina Margaryan

interv_marina_DSC0212

Federico Mameli

interv_federico_DSC0154

fashion connection lounge dadiva jewels

Qui invece stavo confabulando con David Cirese, fotografo e responsabile ufficio stampa di Stylebook…

altre_bea_IMG_6265

Una serata davvero molto bella che spero possa essere replicata presto.

Mi è stato già svelato che ci sono altri eventi in cantiere, quindi continuate a seguirci per scoprirli.

Intanto, come ultima chicca, godetevi la video intervista fatta a fine evento a Federica Bernardini e Raffaele Stoico (loro diranno di essere stanchissimi e orrendi, ma quando si è lavorato tanto per una cosa bella come il Fashion connection Lounge, non ha importanza se si ha il viso stanco. Hanno fatto un grande lavoro, questa è la cosa più importante)

Con Raffaele e Federica

13654174_10208354885924123_3480023609879525006_n


Io ringrazio naturalmente Federica e David di Stylebook, Raffaele per la sua insostituibile presenza, tutte gli stilisti che hanno partecipato, le bloggers che hanno condiviso con me questa serata e tutti gli amici che sono venuti a vedere cosa stavamo combinando 🙂

Il Fashion Connection Lounge torna presto…dunque Stay Tuned!


Rispondi

BlondyWitch by Claudia Giordano - Moda e Tips di Fashion Marketing | © Copyright 2017 |
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: