Voglio essere sincera: cercavo informazioni su un certo evento moda e mi sono imbattuta in una sfilza di immagini di star, modelle, cantanti e attrici varie, accomunate da un tipo di vestito che personalmente reputo assolutamente fantastico e altrettanto difficile da indossare. Ovvero il tipico abito elegante, superchic e supercorto davanti, ma con un lungo strascico sul retro, a volte vaporoso altre meno. Al che mi è venuto il dubbio che tale tipo di abito (che ricordavo di aver visto qualche anno fa, ma di cui – faccio meaculpa – ignoravo il nome tecnico) fosse prepotentemente tornato di moda, tanto da impazzare indiscriminatamente sui vari red carpet, indosso a donne di tutte (tutte) le età!

E allora mi sono informata prima di tutto sul nome, scoprendo che si chiama Mullet Dress e fin qui…Tuttavia, sfuggendomi il significato della parola Mullet, sono andata a cercarlo e sorpresa: il Mullet Dress si traduce letteralmente come “Abito Muggine” o “Abito Triglia”. C’è poco da ridere. Io stessa, facendo un controllo incrociato e digitando su Google la parola “Abito Triglia”, mi sono ritrovata di fronte questa immagine:

Immagine

Ora, passato lo sconcerto iniziale, devo ammettere che di sicuro il Mullet Dress mi piace e piace anche tanto, con quel suo allure da abito al tempo stesso impegnativo e casual, proprio per la sua doppia anima, corto sul davanti e lungo dietro, con quel suo strano strascico che negli anni ’80 ebbe un vero e proprio boom. Già qualche anno fa Alexander McQueen e Diane Von Fustemberg lo avevano portato sulle passerelle e da allora in poi ha avuto un crescendo che proprio quest’anno ha raggiunto il suo picco più alto, grazie anche a stilisti come Dior, Balenciaga, Saint Lauren che lo hanno riproposto in grande stile. Ma anche i marchi low cost, da H&M a Zara ne hanno tirato fuori una versione abbordabile anche per noi comuni mortali.

Mullet Dress by Saint Lauren:

Immagine

L’unico dubbio è se il Mullet Dress sia adatto a tutte…Di sicuro è scenografico e attira gli sguardi sulle gambe, ma al contrario di quanto si pensi non è necessario avere le lo stacco di coscia di Gisele per poterlo indossare, basta scegliere il modello giusto (e soprattutto la scarpa!!!) e stamparsi in viso un bel sorriso sicuro.

Le fashioniste lo indossano anche di giorno, magari smorzandolo con un blazer. Guardate queste versioni street style:

Immagine

Immagine

Le modelle sul red carpet, invece, lo portano così:

Immagine

E se ancora non siete del tutto convinte, buttate un occhio anche sulle varie celebs che lo hanno già indossato e prendete liberamente spunto.

Da sinistra: Miley Cyrus (vecchio stile), Sharon Stone, Beyoncè e Kate Bosworth.

Immagine

Da sinistra: Bar Rafaeli, Fergie e Sienna Miller.

Immagine

Da sinistra: Zoe Saldana e Marion Cotillard.

Immagine

Da sinistra: Jessica Alba, Selena Gomez e Christina Aguilera.

Immagine

Da sinistra: Lili Collins, Michelle Williams e Anne Hathaway.

Immagine

Ps. Nonostante il significato…continuo ad amare il Mullet Dress! 🙂


6 thoughts on “Et voilà, the Mullet Dress

    1. Ci credi Daniel, non sapevo neanche io che si chiamasse così questo vestito!!! 🙂 Però mi è sempre piaciuto come modello…anzi al prossimo giro di shopping quasi quasi….:)

Rispondi