to top

CrossChic per Giovanna Nicolai: tradizione e sartorialità in uno stile unico


CrossChic: nuovo appuntamento con i brand Made In Italy. Oggi vi parliamo di Giovanna Nicolai

 

Cari lettori, oggi torno a parlarvi del progetto CrossChic e di una nuova, bellissima storia.

Il mese scorso, sicuramente lo ricordate, avevamo intrapreso un affascinante viaggio nel mondo CrossChic, in questo progetto tutto italiano nato dalla mente creativa di Valeria e Luca, volto a diventare un punto di incontro esclusivo della moda, dando spazio al Made in Italy disegnato e realizzato da giovani stilisti e designer.

Vi avevo promesso che vi avrei parlato dei protagonisti del progetto CrossChic e dei vari brand, tutti giovani, freschi e di grandissimo talento…

Così eccomi qui a parlarvi oggi di Giovanna Nicolai: la storia di questo brand è davvero speciale e tutta da raccontare. Talmente bella che abbiamo deciso di intervistare Daniele, colui che ha dato vita al brand e che ha deciso di raccontarcela in tutte le sue sfaccettature.

Ma lasciamo spazio proprio all’intervista fatta e alla splendida storia di Giovanna Nicolai.


CrossChic per Giovanna Nicolai: intervista al fondatore


BW: Ciao Daniele e grazie per questa intervista!

Daniele: Ciao Claudia, grazie a te per l’ interesse dimostrato per il progetto Giovanna Nicolai.

BW: Partiamo dall’inizio: come nasce il brand Giovanna Nicolai?

Daniele: Il brand Giovanna Nicolai nasce nel 2006 dalla mia volontà di proseguire una tradizione che ha attraversato 4 generazioni nell’alta sartoria italiana. Giovanna Nicolai, mia nonna, iniziò negli anni 50 insieme a mio nonno a realizzare delle piccole collezioni da proporre alle clienti della boutique di famiglia: da qui è nata la consapevolezza di poter proporre un proprio stile, consapevolezza trasmessa da Giovanna alle figlie, Sabrina e Fabiola, a tutt’ oggi entrambe parte del progetto insieme a me. Con il mio approdo, la mission è cambiata: da identità locale (assolutamente restata invariata per quanto concerne la progettazione e realizzazione delle collezioni) ad un respiro più ampio. Oggi Giovanna Nicolai si propone con collezioni Contemporary e Couture a realtà di retail nazionali ed internazionali capaci di recepire un prodotto con grande personalità e dal DNA tutto italiano.

Alcune immagini della collezione Couture di Giovanna Nicolai

a1

a2

a3

a7

a17

 

 

BW: Hai sempre saputo di voler fare lo stilista o, come spesso capita, il tuo percorso è iniziato in un altro modo?

Daniele: In realtà io non sono uno stilista, il mio background nel settore è emerso, se vogliamo vederlo in chiave letteraria, attraverso la memoria involontaria (Proust, ndr). Mi sono ritrovato a 25 anni, dopo percorsi di studi e lavorativi distanti anni luce da quello che è ora il mio contesto, a ritrovare le esperienze di vita vissuta sin dall’infanzia nella realtà familiare, riscoprendone tutte le dinamiche, l’entusiasmo e acquisendo tutte le nozioni funzionali al progetto, contestualizzandole in chiave attuale e sicuramente mettendoci del mio. Il mio ruolo oggi è prevalentemente gestionale, nonostante non manchi mai il confronto quotidiano con lo staff che cura lo stile, in quanto mai deve mancare nelle nostre collezioni quella riconoscibilità che ormai possiamo dire ci contraddistingue.

BW: In un mondo della moda sempre più “fast” in cui tutto si basa sulla velocità di creazione e di consumo del prodotto finale, cosa ti ha spinto invece a puntare su valori molto più raffinati e complessi come l’alta sartorialità e l’artigianalità, elementi fondanti delle tue creazioni?

Daniele: Sinceramente ritengo che non necessariamente una cosa escluda l’altra; i processi produttivi, anche a livello artigianale, si sono raffinati ed attualizzati e non precludono la possibilità di un prodotto di alta qualità con una sequenzialità, nell’essere proposto, più serrata. Viviamo in un mondo di immagini, di condivisione, va da sé la necessità del mercato di adeguarsi a questo; le aziende, vista l’ enorme proposta, non possono più permettersi di gestire l’inserimento del prodotto sul mercato attenendosi ad una sacralità temporale che ritengo ormai obsoleta; anche i grandi gruppi del lusso stanno andando in questa direzione, la nuova frontiera del lusso ritengo sia l’immediata fruibilità di ciò che ci viene proposto.

BW: A quale tipo di donna ti rivolgi? Chi è la donna vestita da Giovanna Nicolai?

Daniele: Giovanna Nicolai si rivolge ad una donna dalla forte personalità, capace di vestire con disinvoltura outfits importanti, che donano un’ allure particolare. La donna Giovanna Nicolai non è collocabile in determinati parametri, sicuramente è una donna attenta al suo stile.

BW: Il brand Giovanna Nicolai nasce ufficialmente nel 2006: come sono stati questi 10 anni di lavoro nel campo della moda? Hai trovato delle difficoltà ad affermarti?

Daniele: A distanza di 10 anni dall’inizio del progetto mi ritrovo quotidianamente ad affermare con i miei collaboratori che siamo all’ inizio: questi anni sono stati propedeutici alla contestualizzazione di Giovanna Nicolai nel segmento moda; sono stati anni di svezzamento, di correzione del tiro, di momenti duri, che non finiranno mai, ma anche e soprattutto di grandi soddisfazioni, di riscontri positivi e riconoscibilità. Purtroppo la moda, più che altri settori a tutt’oggi, nonostante un volto di facciata open e senza apparenti pregiudizi, rimane ancorata a realtà istituzionali e di promozione di prodotto non attente ai nuovi progetti, ma perennemente vincolate al fatturato fine a se stesso, che ritengo sia una conseguenza e non una prerogativa.

BW: Raccontaci come nasce un abito Giovanna Nicolai, le atmosfere o gli elementi che ne ispirano il processo creativo…

Daniele: Le nostre creazioni hanno una genesi semplice e naturale. Da un certo punto di vista abbiamo precorso i tempi, in quanto abbiamo sempre ritenuto che la figura classica dello stilista ad oggi sia un po’ limitante, per quanto importante ed affascinante: il nostro è uno staff liquido, fatto di cool hunters, modellisti, sarte e grafici che si fondono e danno vita alle collezioni Giovanna Nicolai. E’ per me fondamentale che chi collabora al progetto si senta a suo agio e possa esprimere il proprio potenziale: mai porre limiti ad una mente creativa, una volta indicata la via, l’obiettivo viene raggiunto naturalmente.

BW: Dove vengono realizzati gli abiti, hai un laboratorio? Da chi è composta la squadra creativa?

Daniele: I nostri abiti vengono realizzati nelle Marche, da sarte e modelliste italiane, con grande esperienza e capacità. Il nucleo del progetto è la famiglia coadiuvata da validissimi collaboratori

BW: Com’è nata la collaborazione con CrossChic?

Daniele: Con Valeria, fondatrice del progetto CrossChic, ci siamo conosciuti alla nostra prima partecipazione al SUPER, evento fieristico organizzato da PITTI a Milano; Valeria, con la sua realtà ha sua subito sposato il progetto Giovanna Nicolai e dopo alcune stagioni quest’ anno ci saranno grandi novità che arricchiranno la nostra collaborazione.

Eccovi alcune immagini della splendida collezione firmata Giovanna Nicolai che potete acquistare sul sito di CrossChic:

giovanna_nicolai1

giovanna_nicolai2

giovanna_nicolai3

giovanna_nicolai4

giovanna_nicolai5

giovanna_nicolai6

giovanna_nicolai7

 

BW: Domanda di rito, nel mondo variegato del fashion system qual è lo stilista (o gli stilisti) che ammiri di più o ai quali ti senti più vicino come stile?

Daniele: Dal punto di vista prettamente stilistico i progetti ai quali ci sentiamo più affini sono MARNI, MSGM e N.21 per quanto concerne le collezioni Contemporary, per quanto riguarda il segmento Couture sicuramente, con le dovute proporzioni, Elie Saab.

BW: Cosa pensi del sistema moda italiano, del mondo delle sfilate, dei continui cambi ai vertici delle maison e del poco spazio dato ai designer emergenti nelle grandi manifestazioni moda?

Daniele: Ritengo che il sistema moda, come il sistema Italia più in generale, abbia assolutamente bisogno di un ricambio generazionale ai vertici; siamo troppo ancorati a figure e scenari che limitano l’emergere di nuove realtà, soffocano il mercato e precludono nuova linfa creativa. Sono contrario al giovanilismo, il dato anagrafico non è mai sinonimo di qualità, ma ritengo siano indispensabili menti giovani. Per quanto concerne i frontman delle maison, questo tourbillon è la conseguenza della crisi di questa figura, in un contesto completamente nuovo dove anche il sistema FW non è più centrale come una volta.

BW: Pensi che il futuro della moda sia un ritorno all’haute couture o che il pret-a- porter prenderà presto il sopravvento relegando il “su misura” o l’handmade ad un ruolo sempre più marginale?

Daniele: Al contrario, ritengo che il prodotto di nicchia, il su misura siano il futuro, il tutto come detto precedentemente contestualizzato secondo le esigenze della società attuale. Il prodotto di massa, anche di lusso è ormai fuori moda: la crisi ormai decennale, ha variato fortemente le abitudini nei consumi: per quanto i gruppi del fast fashion in questo momento sambrino far la parte dei leoni, la crisi ha permesso un ritorno alle origini. Sia la classe ricca che media (anche se decimata) si stanno dedicando sempre più ad acquisti di ricerca ed esclusivi, con la valutazioni a priori “se devo pagare, che valga”.

BW: Quali sono le ultime collezioni Giovanna Nicolai per il 2016?

Daniele: Le ultime collezioni Giovanna Nicolai FW 16, che da luglio saranno disponibili presso i nostri rivenditori, si ispirano per quanto concerne la Contemporary ad un gusto maschile per quanto riguarda i materiali, rivisitati però su modelli molto femminili; la Couture invece, secondo tradizione, rispetterà i canoni che richiede: tessuti preziosi, ampiezze ed attenzione alle lavorazioni, con qualche evoluzione che vi sorprenderà.

Intanto eccovi una piccola anteprima della collazione invernale di Giovanna Nicolai

giovanna nicolai fall winter

BW: Progetti futuri?

Daniele: Il futuro per chi fa impresa è oggi, le decisioni si evolvono quotidianamente; per quanto concerne Giovanna Nicolai, a breve lasceremo la nostra sede di Via Spartaco ed inaugureremo un nuovo showroom sempre a Milano dove riteniamo le nostre collezioni troveranno un nuovo scenerio con l’intento di offrire un servizio sempre più elevato a buyers nazionali ed internazionali ed agli operatori della moda in generale. Per il resto vi invito a seguirci sul SITO di Giovanna Nicolai e sui nostri canali social (facebook, twitter, pinterest e instagram) per scoprire tutte le altre progettualità in cantiere.

BW: Daniele io ti ringrazio e ti faccio i miei complimenti per il tuo lavoro.

Daniele: Grazie a te Claudia per il tempo dedicatoci.


Bene, l’intervista a Daniele, fondatore di Giovanna Nicolai, termina qui.

I suoi meravigliosi abiti però potete trovarli ed acquistarli proprio sul sito di CrossChic: avrete un’ampia scelta, ma soprattutto…

ACQUISTATE SU CROSSCHIC UTILIZZANDO IL CODICE PROMO BLONDYWITCH E RICEVERETE UNA SORPRESA!

Scegliendo un capo della collezione Giovanna Nicolai indosserete un pezzo di Made In Italy di qualità e dal design davvero unico.

Noi ci sentiamo presto con le altre novità del mondo CrossChic e con le altre bellissime storie e le tante collezioni del progetto.

E ricordate…CrossChic, #forHappyGirls

Stay Tuned 😉


Rispondi

BlondyWitch by Claudia Giordano - Moda e Tips di Fashion Marketing | © Copyright 2017 |
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: