to top

AltaRoma Preview: Giada Curti presenta la sua nuova collezione Hedoné


Giovedì 24 gennaio 2019 torna, con un’edizione tutta nuova e ricca di eventi, il consueto appuntamento con Altaroma, kermesse che ormai da diversi anni porta sulle passerelle della Capitale alcuni grandi nomi della couture italiana a fianco di giovani promesse del fashion.

Tra le numerose sfilate previste dal calendario di Altaroma di questo gennaio 2019 compare un graditissimo ritorno, atteso da tutti gli appassionati del settore: con la sua nuova collezione Primavera-Estate 2019 torna infatti sull’inedita passerella del Pratibus District, nuova location dal sapore underground, l’haute couture di Giada Curti.

Dopo il grande successo delle precedenti collezioni, presentate ad Altaroma e portate poi in trionfo in giro per il mondo (tra cui il Secret Garden di gennaio 2017), Giada Curti ritorna nella Capitale per presentare la sua idea di Couture, sempre estremamente femminile, raffinata e ricercata.

Il senso più autentico della Couture infatti è quello del sogno, luogo magico in cui il desiderio, guidato dall’emozione, viene trasportato in un reame impossibile e affascinante, dove i confini tra memoria e realtà diventano tenui e la bellezza della creazione vive in uno spazio temporale, intimo e interiore.

Nella collezione di Giada Curti, in passerella venerdì 25 gennaio, sfilano dunque mitologie e cosmologie, rivissute in segni astratti che si posano su abiti diventati mosaici di ricordi e immagini dalla vitalità impalpabile; trionfano colori sontuosi dalla vibrazione intensa, che riporta a luminosità oniriche e rinascimentali; si dispiegano volumi disegnati con gesto puro, istintivo e sicuro, leggeri nelle loro spontaneità ispirata.

Riguardo alla sua idea di couture, la designer spiega:

“La Couture deve abitare il territorio del mito; un mito moderno, vitale ed emozionante, dove l’istinto governa la fantasia e l’immaginazione vive in un tempo senza tempo, interiore e segreto. L’alta moda è speciale perché è fuori dal tempo”.

Il grande potere narrativo della couture parte proprio dall’atelier dove l’artigianalità raggiunge il suo culmine, dove mani sapienti cuciono, ricamano, rendono unico e speciale ogni capo.

In quest’ottica Hedoné, la nuova collezione di Giada Curti, profuma di glamour, pizzi e intarsi, di taffetas e di seta frusciante, di tacchi alti e di piume rese ancora più intense dall’interpretazione odierna che diviene intima e personale, perfetta nella sua assoluta bellezza.

A rendere la sfilata ancora più scenografica ci penseraà il make-up di Raffaele Squillace e l’Hair Style di Orazio Anelli mentre l’obiettivo del fotografo Gigi Samueli immortalerà il tutto.


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

BlondyWitch by Claudia Giordano - Moda e Tips di Fashion Marketing | © Copyright 2017 |
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: