to top

Xian Fashion Week: il Made in Italy conquista anche la Cina


Grande successo per il Made in Italy che ha sfilato sulla passerella della Xi’an Fashion Week, conclusasi lo scorso 7 Settembre e tenutasi nella splendida cornice del Tang Dinasty Paradise di Xian, parco a tema che fa rivivere i fasti dell’epoca Tang.
Protagonisti dell’evento, presentato da Italy City, un department store di prossima apertura a Xian dedicato al Made in Italy e interamente progettato dall’architetto Gaetano Di Gesù in collaborazione con la EaWe Project e la Luan Architecture&Communication, sono stati nomi illustri dell’Alta Moda italiana quali Raffaella Curiel, Giada Curti, Gianni Calignano e Antonio Grimaldi.

Da sinistra: gli abiti di Antonio Grimaldi, Giada Curti, Raffaella Curiel e Gianni Calignano

image

Ospite della prima giornata della Xi’an Fashion Week è stata Raffaella Curiel che ha festeggiato i suoi 50 anni di attività presentando la sua ultima collezione “Omaggio a Peter Tchaikovsky”, mentre a Gigliola Curiel, dirigente della maison e figlia della stilista, la XFW ha tributato un importante riconoscimento.

Ph. Maria La Torre

Curiel

curiel1

curiel2

curiel3

curiel5

curiel6

curiel7

premiazione curiel

La seconda giornata ha visto scendere in campo altri tre illustri nomi dell’Alta Moda italiana quali Giada Curti, Gianni Calignano e Antonio Grimaldi, tutti e tre accolti con entusiasmo dal pubblico cinese che ha apprezzato in modo particolare le loro collezioni e il loro stile. A credere in primis nel progetto è stata Giada Curti, giunta alla sua seconda edizione della Xian Fashion Week e ormai proiettata verso un mercato moda sempre più internazionale, che ha presentato per l’occasione le sue due ultime collezioni – Portofino e Shukran – che hanno letteralmente conquistato la platea con la loro bellezza stilistica.

Giada Curti

giada2

giada3

giada4

giada5

giada7 giada8

giada9

giada curti

Gianni Calignano

cal1

cal2

cal3

cal4

cal5

cal6

cal7

gianni caliganno

Antonio Grimaldi

gri1

gri2

gri4

gri5

gri6

gri7

gri8

antonio grimaldi

A introdurre la seconda giornata della manifestazione anche un tableu vivant con protagoniste le borse della collezione “Impero del Blu” firmate Pelletteria Landi che ha debuttato a Xian nell’ambito del progetto Eccellenze Artigiane, lanciato da Italy City per valorizzare l’artigianato italiano di alta gamma,

borse1

borse2

borse3

mentre ad impreziosire la serata hanno contribuito le danze sinuose dei ballerini “Salon K”, la voce straordinaria del soprano cinese Hongmei Nie, la regia live di Alessandro Mazzini della Mazzini Eventi Production e la regia televisiva di Paolo Carrino che ha reso con le immagini la grandiosità dell’evento con contributi video che raccontano l’Italia e la Cina.

ball2

balletto
Davvero molto suggestiva anche la scelta della passerella, ideata dall’architetto Gaetano di Gesù, volta a rappresentare l’ideogramma cinese che significa “donna”, legato a doppio filo anche con l’ideogramma della stessa città di Xi’an. Da sottolineare la presenza di vari personaggi illustri e delle imprenditrici della Xian Women Entrepreneurs Alliance, creata nel 2010 dalla Camera di Commercio di Xian, contenente le più importanti top manager della città: a Xian, infatti, la moda e il business interagiscono continuamente tra loro con l’obiettivo di creare un nuovo concetto di department store in cui la parte italiana e quella cinese presentino un progetto organico basato sulla cooperazione dei brand coinvolti.

Dunque una manifestazione ricca di valori e con tutti i presupposti per continuare nel tempo al fine di approfondire ancora di più questo speciale rapporto tra Italia e Cina che sembra trovare, proprio nella moda, uno dei suoi maggiori punti di incontro.

To translate the post, click your flag:

Vi è piaciuto questo post e volete rimanere sempre aggiornati sugli eventi e le altre fashion news? Seguitemi su  FACEBOOK!

  • zairasessa

    Quando il made in Italy da’ il meglio di sé nascono delle creazioni assolutamente fantastiche come queste!!! Il progetto è interessantissimo, un’ ottima opportunità per il futuro dell’eccellenza artigiana all’estero!!
    Bellissimo articolo, complimenti!
    Zaira

    settembre 15, 2014 at 6:26 pm Rispondi
    • BlondyWitch

      Grazie di cuore Zaira, perfettamente d’accordo con te, un vel progetto per uno dei settori di punta del nostro paese. Spero che presto diano più possibilità anche ai giovani designers emergenti 😉 baci grandi!

      settembre 15, 2014 at 7:36 pm Rispondi
      • zairasessa

        Lo spero anch’io! Ci sono molti giovani talenti sul quale si potrebbe tranquillamente investire! xx

        settembre 15, 2014 at 7:49 pm Rispondi
  • Adriana Del Forno

    Complimenti per l’articolo! condivido il commento di Zaira!! ciao 🙂 http://visage.academy/

    ottobre 21, 2014 at 9:12 pm Rispondi

Rispondi

BlondyWitch by Claudia Giordano - Moda e Tips di Fashion Marketing | © Copyright 2017 |
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: