to top

New Talents: Creative Project Forme d’Arte


Oggi vorrei parlarvi di una persona simpaticissima e dotata di una grande creatività che viene fuori in tutto ciò che fa, riuscendo ad esprimersi attraverso le sue straordinarie creazioni. Lei si chiama Donata Bonanomi, fondatrice e anima di Creative Project. Donata è nata in Brianza, è una storica dell’arte e lavora come interior designer. Dopo il Liceo Artistico infatti si è laureata in Scienze dei Beni Culturali e in Storia e Critica dell’Arte.
Come è passata dagli studi accademici al suo progetto creativo? Ce lo racconta lei stessa in questa intervista. Buona lettura! 🙂

BW: Ciao Donata e grazie per aver accettato di fare questa chiaccherata qui sul blog!
Donata: Ciao Claudia e grazie a te per la disponibilità.
BW: Allora innanzitutto raccontaci cos’è Creative Project.
Donata: Creative Project è un progetto artistico in cui pubblico le mie creazioni, i quadri che realizzo, le fotografie che faccio, ma anche i miei pensieri sull’arte e non solo. Insomma anche scrivere mi piace molto.
BW: Dunque Creative Project è una contenitore di spunti artistico-creativi in cui esprimi tutti i tuoi talenti. Le tue creazioni sono realizzate a mano giusto?
Donata: Assolutamente sì.
BW: Com’è nata questa passione per l’handmade?
Donata: Nasce già nel periodo dell’università durante il quale mi ero messa, per lo più per divertimento, a fare dei bijoux da regalare alle amiche. Poi però mi sono appassionata alla cosa e dall’anno scorso mi sono messa più seriamente a creare, sia collane che orecchini e bracciali.

Immagine

Collana e bracciali con fili neri

BW: Sul sito si trovano anche dei tuoi quadri. Come è nata invece la passione per la pittura?
Donata: Come storica dell’arte amo la pittura e anche qui, dall’anno scorso, mi ci sono messa seriamente, iniziando a dipingere e partecipando a vari concorsi e mostre per far conoscere le mie creazioni. Ho anche vinto dei premi! 🙂
BW: Complimenti allora! 🙂 So che usi la pittura però anche applicata alle tue creazioni fatte a mano, in che modo?
Donata: Sì! Ciò che mi piace della tecnica che uso per dipingere, infatti, è la possibilità di poterla applicare anche ad oggetti come cornici e scatoline, così come ad oggetti diversi, come si può vedere sul mio blog. È una tecnica che, con l’uso dell’ecoline e della carta velina, produce degli interessanti effetti cromatici che rendono questi oggetti pezzi unici, dandogli allo stesso tempo anche una funzione pratica. Ho anche sfruttato dei piccoli quadri per fare dei bigliettini, utilizzabili sia come biglietti d’auguri che appendendoli, come dei veri e propri quadretti.

Immagine

Bigliettino – quadro

Immagine

Cornice

Immagine

Scaccia pensieri e segnalibro

BW: Creatività e praticità possono dunque andare a braccetto?
Donata: Certo! Ti faccio un esempio: avendo più di un centinaio di paia di orecchini personali e non sapendo più dove metterli, ho pensato di creare anche dei simpatici porta orecchini artistici, interamente fatti a mano, in modo tale da poterli appendere e utilizzarli con più praticità. Sono creati in modo tale da essere pratici ma sono anche dei pezzi “artistici” veri e propri. Quindi una cosa non esclude l’altra!

Immagine

Porta orecchini “polipo”

BW: Ah però vedi, ottima idea. Sono sicura che molte ragazze che stanno leggendo hanno lo stesso problema di non sapere dove mettere tutti gli orecchini (me compresa!) 🙂 Posso chiederti che materiali utilizzi e che tecnica di lavorazione usi?
Donata: Allora i materiali che uso sono fil di ferro, juta e filo di cotone colorato. Si parte dal progetto, dove possono essere richieste dalle clienti delle forme particolari; per esempio mi è capitato di crearne uno a forma di C per la mia amica Chiara. Dopo viene creata la forma desiderata piegando o curvando il fil di ferro, tenendo sempre una forma chiusa all’interno del porta orecchini per applicarvi la juta. Questo perché uno dei grandi problemi dei porta orecchini che ci sono in commercio è che manca lo spazio per gli orecchini a farfallina. Il fil di ferro può avere varie colorazioni, fissate in un secondo momento portando dal fabbro il pezzo e fissando il colore cuocendolo. Infine si applica la juta nella forma costruita in precedenza col fil di ferro, unendola ad esso con un filo di cotone. E spesso il colore è a scelta della cliente.

Immagine

Scatolina porta gioielli

BW: Senti Donata, visto che ci siamo, vorrei sentire la tua opinione come esperta di settore…Come la vedi la creatività nel nostro Paese in questo periodo? Pensi che l’artigianato italiano riuscirà a trovare nuove risorse per fronteggiare la crisi?
Donata: Lavorando nel settore su vari fronti, dai mobili ai gioielli, credo che il potenziale ci sia, ci sono tanti giovani che amano cimentarsi nel settore dell’artigianato anche solo come hobby. Bisognerebbe solo dare le possibilità di proporre i propri prodotti, le idee innovative, ma forse siamo ancora troppo legati ai grandi marchi e si dà poca fiducia ai giovani. Per di più per un hobbista è ancora più difficile perché i commercianti, che potrebbero investire su dei veri artisti, non lo fanno per mille cavilli burocratici che li limitano nel poter anche solo esporre gli articoli. Però ti assicuro che il potenziale c’è!
BW: Grazie, mi interessava molto la tua opinione. Ho poi visto che sul tuo blog ci sono anche creazioni dedicate al mondo del wedding!
Donata: Sì, esatto. Da febbraio ad aprile dell’anno scorso ho seguito un corso di wedding planner specializzandomi in wedding design e così mi sono cimentata con questo settore, di cui trovate qualche esempio proprio sul blog!
BW: A questo proposito, tutto ciò che realizzi mi ha spiegato che è personalizzabile, giusto?
Donata: Sì. Buona parte di ciò che produco è realizzabile in vari colori e con modifiche che il cliente può effettuare sugli articoli presenti per personalizzare sia gli oggetti che i gioielli. È anche possibile creare dei pezzi unici su disegno, cosa che già faccio soprattutto per i gioielli e i porta orecchini.

Immagine

Orecchini in argento e swarovsky

Immagine

Collana murano maculata

BW: Fantastico. Allora non mi rimane che ringraziarti e chiederti di lasciarci i tuoi contatti così possiamo venire a trovarti!
Donata: Certo! Mi trovate sul blog Creative Project Forme d’Arte e anche su Hobby Bay. Grazie mille e vi aspetto! 🙂

Bene, ringraziamo Donata per la bella chiaccherata e speriamo che il nostro Paese prima o poi dia la giusta rilevanza a chi, come lei e come tantissime altre persone, ha intrapreso con coraggio la strada della creatività.

To translate the post, click your flag: 


Rispondi

BlondyWitch by Claudia Giordano - Moda e Tips di Fashion Marketing | © Copyright 2017 |
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: