to top

Oscar 2014: tra selfie e abiti da sogno, ecco il best of


Confesso: ieri sera, surfando un po’ sulla rete, sono stata bombardata da messaggi del tipo “segui la diretta della notte degli Oscar” oppure “scopri live chi ha vinto” e via dicendo, con tanto di count-down vari per l’attesissimo film di Sorrentino.

Immagine

E lì per lì mi sono detta “quasi quasi”, perché ero davvero curiosa di vedere subito cosa sarebbe accaduto sul palco del Dolby Theatre dove si è svolta la cerimonia di consegna dell’ambito premio. Poi però il sonno ha preso il sopravvento e così la prima cosa che ho fatto stamattina è stata scoprire se “La Grande Bellezza” avesse vinto. E le mie aspettative, le aspettative dell’Italia intera credo, non sono state disattese: il film di Sorrentino si è aggiudicato l’oscar come miglior film straniero! Emozione e orgoglio per una pellicola italiana che finalmente torna ad essere protagonista. Ed emozione grande per lo stesso Paolo Sorrentino, salito sul palco per ritirare il suo meritato premio in un impeccabile tuxedo firmato Giorgio Armani.

Paolo Sorrentino con Tony Servillo.

Immagine

Appurato questo ho scoperto che le altre ambitissime statuette sono andate, tra gli altri, al superfavorito “12 anni schiavo” di Steve McQueen come miglior film, ad Alfonso Cuaròn come miglior regista per “Gravity” (che tra l’altro ha portato a casa anche l’oscar come Migliori Effetti Speciali, Miglior Sound Mixing, Montaggio, Miglior Colonna Sonora e Miglior Fotografia), a Cate Blanchette come miglior attrice per Blue Jasmine e a Matthew McConaughey come miglior attore; mentre gli oscar come migliori attori non protagonisti sono andati a Lupita Nyong ‘o per “12 anni schiavo” e a Jared Leto (oddio il mio Jared ha vinto l’oscar!!!!) per Dallas Buyers Club. Infine non si può non citare l’oscar andato a Catherine Martin per i migliori costumi de “Il Grande Gatsby”.

Detto questo, secondo voi qual’è la seconda cosa che ho fatto? Indovinato. Mega sbirciata agli abiti indossati dai partecipanti alla cerimonia. Che a quanto pare non è stata movimentatissima, a parte la brillante presentazione di Ellen DeGeneres che ha colorato la serata con le sue battute (che non hanno risparmiato nessuno, neanche la povera Jennifer Lawrence protagonista di un capitombolo sul red carpet) e i suoi selfie che hanno invaso la rete in maniera virale.

Il selfie più cliccato della rete e una delle gag della serata.

Immagine

Immagine

Ma torniamo agli abiti. Da un’occhiata di insieme vi devo dire che stavolta non posso procedere con la mia consueta classifica dei meglio e peggio vestiti, perché le star sono state proprio brave e hanno dato il meglio di sé sfoggiando abiti da capogiro, tutti perfettamente intonati all’occasione e a chi li indossava. Poi vabbè, diciamoci la verità, se il tuo abito è firmato Armani Privè o Christian Dior Haute Couture è difficile che faccia schifo. E dando un’occhio a chi-ha-vestito-chi si nota subito che quasi all’unanimità gli stilisti più gettonati sono stati proprio Armani Privè, Christian Dior Haute Couture, Gucci Premiere e Atelier Versace. Mentre tra gli uomini ha spopolato l’Armani Made-to-Measure. Ecco direi che dopo “selfie” la parola più gettonata di questi oscar sia stata “couture”. Traduco: si trattava di abiti di alta moda, tutti ipergriffati e perfetti, molti su misura. E d’altronde mica uno può andare agli Oscar con un abito normale, c’è da capire. Se non è un Couture/Premier/Atelier poi, non sei nessuno.

Ma vediamoli più da vicino questi splendidi abiti.

Partiamo da (da sinistra): Amy Adams in Gucci Premiere, Anna Kendrick in J.Mendel e Anne Hathaway in Gucci.

Immagine

La vincitrice dell’Oscar Cate Blachette divina in Armani Privè, l’altrettanto divina Charlize Theron (che starebbe bene anche in pigiama per quanto è bella) in Christian Dior Haute Couture e la giovane Emma Watson in Vera Wang.

Immagine

Glen Close in Zac Posen, Jennifer Garner in Oscar de la Renta e Jennifer Lawrence in Christian Dior Haute Couture (sarà pure caduta, ma guardate che abito!!!)

Immagine

Jessica Biel in Chanel Couture, Julia Roberts in Givenchy by Riccardo Tisci e Kate Hudson in Atelier Versace.

Immagine

Kelly Osbourne in Badgley Mischka, Kerry Washington in Jason Wu e Kristen Bell in Roberto Cavalli.

Immagine

Kristin Chenoweth in Roberto Cavalli, Lady Gaga (cosa c’entra agli oscar lo ignoro) in Atelier Versace e Louise Roe in Pronovias.

Immagine

Altra vincitrice, la deliziosa Lupita Nyong’o in Prada, Margot Robbie in Saint Laurent e Meryl Streep in Lanvin (che classe ragazzi!).

Immagine

Naomi Watts in Calvin Klein Collection, Olga Kurylenko in Suzy Amis Cameron e Olivia Wilde in Valentino.

Immagine

Penelope Cruz in Giambattista Valli, Sandra Bullock in Alexander McQueen (divina) e Viola Davis in Escada.

Immagine

Passiamo agli ometti protagonisti della serata, perché anche loro si sono calati nei panni griffati di abiti di tutto rispetto.

Da sinistra: Bradley Cooper in Tom Ford, Jared Leto in Saint Laurent (menomale stavolta si è vestito per bene) e Leonardo Di Caprio in Armani Made-to-Measure.

uominioscar

Infine un occhio anche alle mise di alcune delle coppie più glam della serata (attenzione pericolo invidia):

Da sinistra: Brad Pitt in Tom Ford con Angelina Jolie in Elie Saab; Matthew McConaughey in Dolce e Gabbana con Camila Alves in Gabriela Caldena e infine Will Smith con Jada Pinkett Smith in Atelier Versace.

coppieoscar

Ultima annotazione: da bravo anticonformista, ecco come si è presentato il cantante Pharrell Williams (insieme a Helen Lasichanh). Qui direi “ma anche no”.

Immagine

E anche questa notte degli Oscar, tra selfie, emozioni ed abiti da sogno si è conclusa. Stavolta però i riflettori si sono accesi anche un po’ per noi italiani che, orgogliosi della vittoria di Sorrentino, ci siamo sentiti tutti un po’ protagonisti. Anche senza abiti da red carpet.

To translate the post, click your flag:


  • NJ

    Bellissimi i vestiti di:Amy Adams in Gucci Premiere,Louise Roe in Pronovias,Margot Robbie in Saint Lauren,Bullock in Alexander McQueen ,Matthew McConaughey in Dolce e Gabbana con Camila Alves in Gabriela Caldena. baci cara <3

    marzo 3, 2014 at 2:32 pm Rispondi
  • Laura Martone

    Stupende tutte le star, abiti semplicemente da sogno!!

    marzo 3, 2014 at 3:50 pm Rispondi
    • BlondyWitch

      Siii Laura, belli tutti, davvero, Alcuni più di altri però insomma, stavolta non ci possiamo lamentare 😉

      marzo 3, 2014 at 5:08 pm Rispondi
  • acasadisimi

    che abiti meravigliosi! che darei per indossarne uno!

    marzo 3, 2014 at 9:20 pm Rispondi
  • wwayne

    Ho trovato giustissima la scelta di premiare il duo McConaughey – Leto. Tra loro c’era una grande chimica, che li ha portati ad esaltarsi a vicenda e a tirare fuori il meglio l’ uno dall’ altro. Di questo va dato merito anche al regista, che é riuscito a creare il giusto affiatamento tra i vari attori del cast: ad esempio, anche le scene che McConaughey condivide con Jennifer Garner sono molto riuscite, di una tenerezza infinita. La scena del quadro in particolare mi ha fatto sciogliere.

    marzo 7, 2014 at 6:04 pm Rispondi
    • BlondyWitch

      Grazie per aver condiviso questo tuo pensiero così bello 🙂 Sono sincera, io non ho visto Dallas Buyers Club (mi pare fosse il titolo) ma devo dire che appena posso me lo vedro’ senz’altro, colpita anche da questo tuo commento così positivo. E poi anche perché stimo molto Jared come cantante dei 30seconds e sono curiosa di vedere come se l’é cavata nelle vesti di attore 😉

      marzo 7, 2014 at 11:37 pm Rispondi
      • wwayne

        Fai benissimo a recuperare Dallas Buyers Club, perché questo film mi é piaciuto davvero tanto. Oltre alla scena che ho citato, ci sono almeno altre 3 scene da antologia e dense di significato, che mi hanno fatto riflettere per giorni. Grazie mille per i complimenti e per la risposta! : )

        marzo 8, 2014 at 7:49 am Rispondi

Rispondi

BlondyWitch by Claudia Giordano - Moda e Tips di Fashion Marketing | © Copyright 2017 |
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: